Indiscreto

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Chi è quel politico timorato di Dio che, colto da una irrefrenabile passione, sentendo suonare l’ultima campana del sesso, ha dovuto scegliere ed ora si è gettato corpo e anima (soprattutto corpo) in una intensissima stagione di mordi e fuggi con una signora dell’Est europeo? Abilissimo con la calcolatrice, uomo morigerato e di bilancino, le sue focose espansioni stanno creando qualche imbarazzo nei vicini di casa dell’appartamento nel quale si è trasferito da poco. Ma sul lavoro i conti quadrano. Cosa complessa perchè il suo Comune ha più di 15mila abitanti.

 

Lui è un collega del primo politico. Ma stanno su banchi contrapposti. La moglie lo ha chiamato al telefono e gli ha detto: «Qui c’è la tua amica: dice che non hai il coraggio di dirmi che da mesi non pensavi più a me perchè c’era lei». Gli ha fatto trovare le valigie sul cortile della loro villa. Lui ora si trova come l’eremita Pietro: con una mano davanti ed una di dietro. E tanta acqua minerale.

 

La sua squadra ha vinto le elezioni. E lui ha giustamente festeggiato. Ma la signora ora accusa qualche ritardo. Perchè lui è sempre in anticipo. Anche in questo caso gli abitanti sono più di 15mila. Saputa la cosa, imbarazzato ha detto: «Temevo di andarmene e invece sono…»

 

La cena è avvenuta in una trattoria dei Castelli Romani. Tavolo per quattro: con il potentissimo Bruno Astorre c’erano altri tre signori, uno dei quali era con certezza il segretario provinciale del Pd ciociaro, Simone Costanzo. Il quale pare che abbia usato parole di fuoco contro l’operazione compiuta da Francesco De Angelis ad Isola del Liri riportando nel suo schieramento il sindaco Enzo Quadrini. «E’ un’operazione ostile» ha detto Costanzo. Ed il signore delle preferenze in provincia di Roma gli avrebbe indicato la propria visione delle cose. Bisognerà aspettare l’autunno. ma prima ci sarà un invito da fare.

 

Perché a Roma, nei luoghi di Forza Italia che contano, parlano sempre di più con Mario Abbruzzese e sempre meno con i vecchi interlocutori ai quali ci si era affidati finora per fare da cinghia di trasmissione sui territori? Tema del colloquio: il Referendum in chiave Nazzareno2. Pare che Abbruzzese sia stato convocato per pianificare un ‘Nazzarino’ nelle province. Sai com’è: Silvio e Matteo, per forza di cose, devono tornare a volersi bene. Ed i Comitati per il No attendono istruzioni.

 

La cicogna vola tra gli avvocati. Lui ha un’età nella quale dovrebbe pensare ad andare a dormire presto. Invece ha scoperto strade che pensava di avere dimenticato. La provincia è piccola e se compri un test di gravidanza… Speriamo che sia femmina!

 

Imprenditore a strettissimo contatto con tanto denaro, considerato un guru quando va a Roma nella società di cui è vice presidente e dove non muovono una pagliuzza se lui non si è espresso: età che indurrebbe al riposo ed alla cura dei nipoti: invece ha messo in ginocchio un parente prossimo che tentava di tenere il suo passo e dopo giorni intensi all’estero è stato costretto a fare un pit stop ai box. Anche Mario Draghi e Antonio Fazio hanno telefonato per sapere come stava.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright