Indiscreto – Al Lingotto ci riconoscono. Lo spillone di Carlo e la valigia di Isabella

AL LINGOTTO… CI SIAMO FATTI RICONOSCERE

Anche alla kermesse torinese di Matteo Renzi ci hanno riconosciuto. Presenti Francesco Scalia, Maria Spilabotte, Nazzareno Pilozzi, Marino Fardelli, Francesco De Angelis, Domenico Alfieri. Mentre all’interno del Lingotto i due Franceschi stanno parlando ed il resto della compagnia è a leggera distanza, in due gruppi, passano alcuni noti renziani della prima ora. Notando uno dei due gruppi ciociari, commentano: «Pure questi sono venuti qui? E cosa ci fanno: mica sono diventati renziani anche loro…?». Con quale dei due gruppi ce l’avevano?

 

PROVE GENERALI DI TICKET


Prove generali di campagna elettorale in tandem per Mauro Buschini e Barbara Di Rollo. L’assessore regionale e la consigliera comunale di Cassino sono destinati da Francesco De Angelis a candidarsi insieme, per sfruttare al massimo la doppia preferenza di genere che la RegioneLazio sta per introdurre nella sua legge elettorale. In pratica: si possono dare anche due preferenze (oggi è una soltanto) ma a due candidati nella stessa lista purché di genere diverso. Per iniziare a fare le prove, Buschini e Di Rollo hanno tagliato insieme il nastro della fiera Agralia a Sora. A chi domandava chi fosse quella bella signora che teneva il nastro tricolore i maligni hanno spiegato: «E’ la prossima compagna elettorale dell’ex compagno Buschini».

LO SPILLONE DI CARLO MARIA

Il sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro non la manda giù. Non digerisce il fatto che non gli abbiano nemmeno fatto fare il saluto istituzionale in occasione della visita del governatore Nicola Zingaretti a Cassino l’altra settimana. Per dare uno smacco al Pd, in occasione dell’incontro con la delegazione francese arrivata da Falaise, appena ha notato in aula il consigliere regionale Marino Fardelli, lo ha chiamato e gli ha dato la parola. Appena Fardelli ha detto ‘grazie’, Carlo Maria ha affondato lo spillone: «La signorilità devi averla dentro per farla vedere fuori. E se volevate posso dare ripetizioni al Pd».

ISABELLA PREPARA LA VALIGIA

La trattativa si è conclusa con una fumata nera. Gli avvocati di Isabella Mastrobuono non hanno trovato un accordo con i loro colleghi della Regione Lazio. Hanno discusso a lungo sul ‘ristoro‘ da pagare alla ex manager della Asl di Frosinone, bocciata dopo la sollevazione politica contro di lei. Ma riammessa in servizio dal Tar. Trascorso un mese senza ricevere la lettera di reincarico a Frosinone, la prof ha azionato di nuovo i suoi due formidabili avvocati: che hanno azzannato la Regione al polpaccio. Hanno chiesto un risarcimento ‘importante’. Fumata nera. Isabella prepara le valigie per Frosinone.

§

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright