Indiscreto

Il Frosinone calcio ha inaugurato la sua Città dello Sport a Ferentino.  E l’ex presidente della Provincia Peppe Patrizi è molto preoccupato: per la prima volta negli ultimi quattro anni non è stato lui a tagliare un nastro nel corso di un evento che si tiene in Ciociaria. Lo hanno fatto tagliare al presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio. Pare che Peppe, impressionato dall’accaduto, abbia domandato: «Ma mica si candiderà in provincia di Frosinone quello lì ?».

 

Mario Abbruzzese ha definitivamente cambiato camiciaio. Non si serve più dal couturier campano che lo serviva a domicilio e presso il quale commissionava dodici capi alla volta «sei bianche e sei azzurre». Ora gli hanno fatto scoprire una camiceria a Cassino, presso la quale lo ha avviato la nuova efficiente fonte di consigli in materia di immagine. E Mario ha apprezzato: «Costa poco di più e mi ci trovo anche meglio, e mi calzano a pennello».

 

L’inchiesta interna del Vaticano sui conti della diocesi di Cassino sarebbe alle battute conclusive. Oltretevere dicono che a qualcuno sarebbe stato ‘consigliato’ un lungo esilio sul Tamigi, dove spira una brezza più idonea ai costumi; a qualcun’altro ben più fortunato invece toccherebbe una promoveatur a vescovo con rapida amoveatur verso destinazione ignota.

 

Dicono che ci sia traffico davanti alla porta del presidente della Commissione Bilancio Mauro Buschini, fresco di nomina ad Assessore alle immondizie nel Lazio: tra i postulanti in cerca di una collocazione in segreteria ci sarebbero alcuni ex fedelissimi di Francesco De Angelis ai tempi delle Pmi. Tra loro, anche uno che parlava molto male del neo assessore. Il quale, informato della sua presenza in anticamera, avrebbe già iniziato a disporre con piglio assessorile: «Mandatelo in discarica».

 

Dicono che Alfredo Pallone sia molto seccato per due ragioni: la prima è che su Alessioporcu.it si viene a sapere sempre delle sue cene riservate, la seconda è che un suo ex amico non gli ha fatto nemmeno una telefonata nei giorni della frattura che lo ha costretto sulla sedia a rotelle. E oggi lo ha anche messo nella black list del suo smartphone: «Anche se mi chiama, con lui non voglio più parlare».

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright