Indiscreto – La casa del presidente e… lei chi è?

CARLO MARIA CHI?
Nei suoi manifesti elettorali, lo slogan che accompagnava la fotografia era “Carlo Maria… chi?” A sottolineare che Carlo Maria D’Alessandro era un uomo del popolo e non un candidato dell’establishment politico. Adesso che è diventato sindaco, quel programma lo ha realizzato in pieno, almeno a giudicare dal siparietto andato in scena venerdì pomeriggio all’Università di Cassino. E’ accaduto durante la cerimonia di consegna delle Benemerenze Coni. All’ingresso, due gentili signorine hanno l’elenco degli invitati e fanno filtro in maniera scrupolosa

  • Buongiorno, l’ingresso è solo per gli invitati: lei chi è?
  • Sono Carlo Maria D’Alessandro.
  • Non la trovo nell’elenco: sicuro di avere un invito?
  • Signorina, sono il sindaco di Cassino!

Il sindaco è stato fatto accomodare. Ma è rimasto visibilmente contrariato per l’intera durata della cerimonia. Non lo ha rasserenato nemmeno il fatto che poco dopo la scena si sia ripetuta: anche la consigliera comunale di medio corso Barbara Di Rollo ha dovuto faticare per essere ammessa in aula. “Mi ha inviata direttamente il presidente Viola. Problemi??” Va bene che le benemerenze sono quelle del 2015: ma non è che proprio per questo si aspettavano di vedere l’allora sindaco Giuseppe Golini Petrarcone?

 

IL PRESIDENTE METTE CASA
Chi è quell’autorevole personaggio politico, recentemente molto sulla cresta dell’onda, che in settimana ha comprato casa? Un affare. Ingresso patriarcale con colonnato, piccolo cortile, stanzoni all’antica maniera per circa 300 metri quadrati di magione, posizione centrale, doppi servizi, garage per due vetture. Il prezzo? Paragonabile a quello che l’allora ministro Scajola pagò per l’appartamentino con vista sul Colosseo. Lui giura che ha studiato tutte le carte e nulla è avvenuto a sua insaputa.

 

PERCHE’ DISCUTEVANO?
Perché discutevano in maniera tanto animata il consigliere regionale Mario Abbruzzese ed il consigliere provinciale Massimiliano Mignanelli davanti al ristorante Oro Nero? Pare che il compagno Max stesse protestando per il nome del nuovo assessore nominato dal sindaco Carlo Maria D’Alessandro. E che Abbruzzese, come i bambini dopo che hanno fatto la marachella, giurasse in tutti i modi di essere estraneo alle scelte amministrative del Comune.

 

CON CHI DISCUTEVA?
Con chi discuteva in maniera molto animata questa mattina al telefono l’assessore regionale Mauro Buschini? In mano stringeva una copia del quotidiano Ciociaria Oggi che, nonostante l’orario, risultava molto sgualcita: segno che l’aveva sfogliata più e più volte…

 

L’AFFARE SI INGROSSA
L’Affare si Ingrossa. Almeno in Area Popolare. L’altra sera a Santa Maria c’è stata un’altra cena con il coordinatore regionale di Area Popolare Alfredo Pallone, il suo nuovo pupillo a Cassino Michele Nardone. Questa volta, al tavolo con loro c’erano  l’ex consigliere provinciale Alessandro D’Ambrosio e l’immobiliarista Salvatore Fontana: l’anima Pd cassinate che accusa il coordinamento provinciale di Frosinone d’avere venduto a Forza Italia la vittoria elettorale a Cassino. Insoddisfatti dell’incontro di una settimana fa con il senatore Francesco Scalia, il deputato Nazzareno Pilozzi, il presidente del Partito Domenico Alfieri, (leggi qui) hanno preferito rifarsi la bocca andando a tavola con Pallone e Nardone. Qualcuno dai tavoli accanto è sicuro di avere sentito il vice presidente dell’Ente Nazionale Aviazione Civile parlare di un check in politico. Ma non ha capito se si stia preparando ad imbarcare D’Ambrosio o Fontana o entrambi.

 

A CASSINO NON PIACE IL LUMBARD
La nomina del nuovo coordinatore comunale di Noi con Salvini a Cassino Giovanni Violo non piace ai due consiglieri comunali cittadini Claudio Monticchio  (coordinatore defenestrato) e Robertino Marsella. La rivoluzione è stata decina perché alle scorse provinciali hanno votato Anselmo Rotondo (Forza Italia) e non il candidato salviniano (leggi qui). I due consiglieri hanno già fatto sapere che non si sentono rappresentati né dal Provinciale né dal nuovo coordinatore.  E domandano che fine abbia fatto il vice coordinatore che doveva essere nominato ma il cui nome è sparito prima dell’annuncio… A chi si riferiscono?

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright