Indiscreto – Le idi di marzo e le salsicce

LE IDI DI MARZO
Fabrizio Martini, sindaco di Fiuggi, come Giulio Cesare, Imperatore di Roma. Non per il piglio risoluto nel governo, che gli viene rimproverato. Ma per le idi di marzo. “Attento alle idi di marzo” ammonì l’aruspice Spurinna, avvisando Cesare che proprio nel giorno delle idi i congiurati lo avrebbero rovesciato. Anche per il sindaco, marzo rischia di essere fatale. Gli arusopici della politica dicono che la seduta di Consiglio dedicata al Bilancio potrebbe rivelarsi fatale.

 

LA PIZZA DI DANILO
Cosa ci faceva l’altra sera il consigliere comunale e provinciale dal colletto inamidato Danilo Magliocchetti, già capogruppo di Forza Italia in municipio e presidente del Consiglio a piazza Gramsci, nella pizzeria da Mimì in viale Mazzini a Frosinone? In sua compagnia c’era un ex consigliere comunale di Frosinone, famoso per le sue preferenze. Ed un giovanotto di belle speranze.

 

L’INDOMITO, IL SALUMIERE E…
Nella sede dell’indomita Comunità MOntana di Arce (pervicace alla liquidazione) l’eroico presidente Gianluca Quadrini, risorto dal giaciglio sul quale lo ha costretto per otto giorni l’influenza, al termine del workshop con la delegazione arrivata dalla Cina, si apparta in un angolo della sala. Con lui, confabulano l’ex coordinatore Adriano Roma (fornitore ufficiale di salsicce a mezzo Partito, tanto i maiali li alleva il padre) ed un insospettabile colonnello di Mario Abbruzzese che fa di tutto per non essere notato. L’eroico presiedente gesticola. Ma poi, tutti e tre sorridenti, si avviano verso le cofane di pasta artigianale che sono state appena servite con un sughetto di asparagi.

 

MARINO IN CALCIO D’ANGOLO
Rinviato l’incontro previsto questa sera tra Marino Fardelli, Francesco Scalia e Nazzareno Pilozzi. Il consigliere regionale cassinate vuole chiedere la garanzia che sarà solo lui il candidato della componente alle prossime regionali. Sente l’ombra di Antonio Pompeo alle sue spalle. E vuole accendere subito una luce. Ma Scalia, che è furbo almeno quanto Fardelli padre, sa che con Marino non si può mettere la pentola sul fuoco fino all’ultimo momento. Quindi: prima il congresso (ed il sostegno a Renzi), poi la discussione sulle Regionali.

 

CACCIA ALL’UOMO AL COSILAM
Caccia alla spia che ha rivelato i dettagli della riunione di CdA al Cosilam di Cassino. Il presidente Pietro Zola ha messo una taglia sulla spia che passa le informazioni ad Alessioporcu.it. Ma è fuori strada.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright