Indiscreto – Saluti leghisti, profumo d’assessore, chi spoglia il presidente?

SALUTI LEGHISTI

C’è stato qualche momento di imbarazzo in serata a Ferentino, nel corso dell’iniziativa con cui annunciare il cartello di centrodestra per le Comunali 2018. Mario Abbruzzese è riuscito riproporre la stessa formula che è risultata vincente a Cassino, Sora e in ultimo a Frosinone. In pratica, il candidato di centrodestra che l’anno prossimo sfiderà l’uscente Antonio Pompeo avrà l’appoggio di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con Salvini, più la civica Patto per Ferentino.

Ad annunciare  l’accordo politico sono stati i coordinatori provinciali dei tre Partiti. Ma tra i leghisti c’è ancora un po’ di confusione su quali sono i ruoli, sopratutto ora che il timone politico è passato nelle mani di Fabio Forte (leggi qui ‘Lui lei l’altro, la rivincita di Fabio passa per Pontida’ ). Nei giorni che hanno preceduto l’ufficialità dell’operazione c’era stata qualche incomprensione  (leggi qui ‘Due coordinatori per Salvini e già discutono su chi comanda’).

Che forse perdura. Perché al momento di intervenire, Kristalia Rachele  Papaevangeliu che è la coordinatrice di rappresentanza, ha detto: «Un saluto dal mio collaboratore politico Fabio Forte».

Imbarazzo in sala: ma Forte è il coordinatore politico provinciale o solo il collaboratore di Kristalia?

 

 

PROFUMO DI ASSESSORE

L’assessore regionale all’Ambiente Mauro Buschini è arrivato al pranzo in pantalone informale e t-shirt. Ma qualcuna delle commensali romane ha arricciato il naso. Non per l’outfit.

Infatti, per imbarazzante che sia, l’assessore emanava un odore che non era propriamente né di lavanda né di Marsiglia.

Prendendo il coraggio a due mani, uno dei commensali ha detto: «Mauro, ma sei stato ad un barbecue?».

Lui, con l’innocenza di un bambino: «No, ho passato la giornata con i tecnici sui luoghi degli incendi, perché: mi vedete abbronzato?»

No Mauro, sembravi appena uscito da un caminetto.

 

 

CHI SPOGLIA IL PRESIDENTE

Al telefono, oggi pomeriggio.

«Buonasera, mi dica»

«Scusi signorina, ma questa non è l’utenza personale del presidente…?»

«Si, ma io l’ho spogliato di qualsiasi problema»

«Signorina, le posso garantire che al presidente basterebbe che lei lo spogliasse»

«Direttore, lei intende ‘spogliarlo’ in senso metaforico, vero?»

«No signorina, il mio pensiero è stato più malizioso»

«Guardi, al presidente l’unico spoglio che interessa è quello elettorale!»

Opperbacco: ha preso servizio da due settimane e già ha imparato… Sarà perché il presidente le ha pure comprato la macchina?

 

 

LE RIGHE ORIZZONTALI

Lui è impegnatissimo. Al punto che lei passa finanche dal camiciaio e da Intimissimi, dove sceglie senza nemmeno bisogno di far provare: conosce bene le misure.

Lui passa solo a pagare e ritirare.

Pare che sia stata lei a fargli riscoprire, tra le altre cose, i calzini a righe orizzontali. Chi è?

 

 

UN TURBANTE PER MARCELLO

Dicono che l’estroso presidente della Camera di Commercio di Frosinone Marcello Pigliacelli abbia cambiato outfit. E che abbia dismesso l’inseparabile pashmina che accompagnava sempre il suo abbigliamento, sia d’estate che d’inverno.

L’avrebbe rimpiazzata con una kefiah, il caratteristico copricapo arabo, in cotone, lana o seta, a seconda delle stagioni.

L’abitudine gli deriverebbe dal lungo soggiorno in Nordafrica dove ha messe a segno un altro eccezionale colpo imprenditoriale nel campo della logistica.

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright