Nuova fumata nera per Lazio Innova, «Zingaretti nomini il CdA»

Dal presidente dell’ottava commissione, Fichera, un atto che invita Zingaretti “a restituire all’azienda un organo di governo pienamente legittimato e operativo”

Fumata nera. Ancora una volta. Troppo pochi consiglieri presenti in sala per poter ritenere valida la seduta dell’VIII commissione regionale Sviluppo Economico. E’ saltata la definizione del piano annuale delle attività 2017 di Lazio Innova SpA, la società in house della Regione Lazio che progetta e gestisce programmi per la crescita economica, l’accesso al credito, lo sviluppo del territorio e il sostegno all’innovazione.

 

Il presidente della Commissione Daniele Fichera (Psi) ha preso atto della mancanza del numero legale, «nonostante la disponibilità delle minoranze di centrodestra».

 

Sul tavolo c’è il rinnovo del consiglio d’amministrazione della SpA. Deve essere rinnovato da luglio ma la Giunta di Nicola Zingaretti ancora non ha proceduto. Daniele Fichera oggi ha «constatato che nessuna motivazione di tale ritardo è stata offerta dai rappresentanti della Giunta intervenuti in commissione nella seduta dello scorso 7 settembre».

 

Per questo il presidente ha illustrato una risoluzione in cui la Commissione “esprime la sua preoccupazione per il mancato rinnovo” e “invita il Presidente della Regione a procedere sollecitamente a restituire all’azienda un organo di governo pienamente legittimato e operativo”.

 

La seduta è stata aggiornata al 5 ottobre. Giovedì la Commissione si dovrà pronunciare su quel documento, oltre che sul piano delle attività 2017 della società.

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright