Isabelita non torna: chi vince, chi perde e chi (ri)salta sul carro Macchitella

Il mancato reintegro di Isabella Mastrobuono ai vertici della Asl di Frosinone ha inevitabilmente determinato degli effetti politici. Nel senso che c’è chi ha vinto e chi ha perso. Senza ipocrisie e falso buonismo.

Ha vinto il commissario onorario Luigi Macchitella, che resterà ancora per molto sulla poltrona più ambita del complesso di via Fabi.

Ha perso naturalmente Isabella Mastrobuono, “costretta” a presentare appello al Consiglio di Stato ma tagliata fuori dal recupero di quell’orgoglio professionale che ha sempre messo al primo posto. Non si arrenderà, ma considerando che a febbraio finisce la legislatura regionale se ne riparlerà dopo.

Ha vinto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, perché il reintegro della Mastrobuono avrebbe avuto l’effetto della certificazione del fallimento della politica sanitaria in provincia di Frosinone.

Si è recato subito a piedi alla Santissima l’assessore regionale Mauro Buschini, quello che aveva guidato la rivolta dell’assemblea dei sindaci contro la Mastrobuono: un verdetto diverso del Tar avrebbe quasi certamente sbarrato le porte ad una sua ricandidatura alle regionali.

Ha perso il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, che ha costantemente sostenuto la gestione della Mastrobuono, anche con riferimento all’Atto aziendale. Ma ha perso anche il consigliere regionale e leader di Forza Italia Mario Abbruzzese. Inizialmente fece asse con Buschini per sfiduciare politicamente la Mastrobuono, poi però ha attaccato Macchitella almeno dieci volte al giorno. Il commissario onorario della Asl ora è più forte.

Ha perso il senatore Francesco Scalia, anche lui favorevole ad un ritorno della Mastrobuono.

Intanto nei corridoi della Asl e degli ospedali molti avevano preparato le bandiere inneggianti ad Isabelita. Nella notte sono state sostituite da quelle con la scritta: “Macchitella resta con noi”.

La Asl di Frosinone sembra ancora un congresso della vecchia Dc: l’importante è saltare sul carro del vincitore.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright