L’isola che c’è di Ottaviani va ben oltre quella pedonale

Foto © Stefano Strani

Il sindaco di Frosinone non arretra sulle limitazioni del traffico. Nonostante le proteste di sabato. È anche un segnale politico in vista di una stagione piena di variabili che potrebbe portarlo alla candidatura alla camera. Con la necessità di blindare il centrodestra nel capoluogo. Operazione resa più facile dalle divisioni del centrosinistra.

Nicola Ottaviani ribadisce che le isole pedonali vanni avanti, nonostante le proteste di alcuni negozianti di via Aldo Moro. Il sindaco di Frosinone conferma dunque in queste ore il proprio convincimento e lo fa con una presa di posizione ferma e articolata.

Al di là del fatto specifico delle isole pedonali, Ottaviani è ormai ad un passo dalla prima metà del secondo mandato. Varcato questo limite non potrà più ripresentarsi per la fascia tricolore. Non per la terza volta consecutiva comunque.

La protesta di sabato dei commercianti di via Aldo Moro

Lui vorrebbe comunque arrivare a scadenza e terminare molte delle cose iniziate. Ma sa che gli verrà chiesto di scendere in campo per le politiche, probabilmente per un collegio maggioritario. Dunque sta cercando di blindare la situazione in ogni caso, studiando pure i prossimi scenari. Perché nell’eventualità di una sua candidatura alla Camera occorrerà definire un programma e un patto di ferro con la maggioranza comunale.

Poi dovrà decidere a chi affidare la transizione: la carica fondamentale è quella di vicesindaco. Quindi tutto il resto, cioè l’inizio delle grandi manovre per la successione politica.

Nicola Ottaviani però è abituato ad affrontare i problemi quando si presentano. Per adesso è sindaco e farà pesare la fascia fino all’ultimo.

Il centrosinistra frusinate appare in ritardo: dalla sconfitta del 2017 non si sono fatti passi aventi, non si è ricucito nulla di quegli strappi che hanno caratterizzato quella campagna elettorale. Primo fra tutti tra Fabrizio Cristofari e Michele Marini. Adesso si profila una candidatura a sindaco di Mauro Vicano, ma alla guida di formazioni civiche. Ipotesi che non piace al capogruppo del Pd Angelo Pizzutelli.

Sarà difficile trovare una sintesi unitaria. Perciò Ottaviani sa di avere spazi a disposizione per prendersela con calma.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright