Klitten ed il Frosinone: è stato amore a prima vista

Il giovane terzino danese vuole prendersi la fascia sinistra della squadra di Grosso. “Avevo altre offerte ma ho scelto il club giallazzurro dopo l’incontro con i dirigenti. Mi è piaciuto come vivono il calcio”

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Ha annusato le cose, le persone ed ha deciso. Una scelta un po’ d’istinto come spesso fanno i ragazzi della sua età. E solo i posteri potranno sentenziare se ha agito bene ad accettare la proposta del Frosinone. “Ho avuto anche altre offerte – ammette il terzino sinistro danese Lukas Klitten nel giorno della sua presentazione – Ma quando ho saputo che il Frosinone mi voleva sono andato subito a far visita al club e ho accettato l’offerta del direttore Angelozzi. Ho percepito subito che era la soluzione giusta per la mia carriera. Mi sono piaciute le persone con cui ho parlato e il modo con cui vivono il calcio. Hanno le mie stesse idee”.

Originario di Aalborg, 21 anni, un fratello gemello calciatore (Oliver, attaccante che milita in patria nell’Hobro IK), a gennaio è stato a lungo inseguito dalla Sampdoria che lo ha cercato anche nei mesi scorsi. Ma c’erano pure altri club sulle sue tracce come la Salernitana. Decisivo a fine maggio il blitz in Ciociaria con i suoi agenti. La visita allo stadio, l’incontro con la dirigenza ed il progetto tecnico lo hanno convinto.

E così Klitten ha firmato un contratto fino al 2025.

TERZINO D’ASSALTO

Lukas Klitten

Klitten è cresciuto nell’Aalborg dove ha giocato nelle giovanili, nel campionato riserve e nella massima serie (17 presenze). Vanta anche 6 partite con l’Under 21.

È un terzino sinistro strutturato fisicamente (è alto 1,93), dotato di buona tecnica e ama spingere molto. “Sono un difensore di fascia a cui piace attaccare e giocare di squadra”, conferma Lukas che ha tanta voglia di crescere e mettersi in luce. “L’obiettivo è di allenarmi nel migliore dei modi e mostrare che tipo di giocatore sono – aggiunge Klitten – Voglio provare ad aiutare il gruppo nel miglior modo possibile. Per quanto riguarda l’obiettivo della squadra è finire più in alto possibile, facendo il meglio partita dopo partita”.

Il difensore danese attualmente è fermo per una distorsione alla caviglia sinistra. “La preparazione è dura, ci sono molte cose da imparare ma questo percorso è importante – aggiunge Klitten – Peccato per questo piccolo infortunio ma sto lavorando con i fisioterapisti e in piscina per tornare a disposizione. Comunque è stato un buon mese finora”.

A LEZIONE DI GROSSO

Fabio Grosso

A Frosinone Klitten ha trovato un allenatore che potrà diventare importante per la sua maturazione considerando che Grosso è stato un terzino sinistro di grande spessore. Campione del mondo in quel ruolo nel 2006 con la Nazionale di Lippi.

Insomma un’occasione unica per il giovane danese che si è già confrontato con l’allenatore. “Ho parlato a lungo con il mister riguardo il modo in cui lui mi vede in campo, cosa pensa di me come giocatore e quali sono le mie qualità – sostiene Klitten – E soprattutto abbiamo parlato per capire in che cosa devo migliorare come calciatore. Sono stati dei colloqui molto proficui che mi serviranno nel proseguo di quest’esperienza a Frosinone”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright