La campagna d’agosto di Pompeo. E di De Angelis

Sulla via delle Provinciali di ottobre ci sono due appuntamenti immediati. Che potrebbero dare il via ad una lunghissima campagna elettorale. Durante la conferenza dei sindaci sull’acqua, Pompeo potrà annunciare una tariffa più bassa e dimostrare che la scelta della risoluzione è stata un disastro. E poi i Rifiuti...

Nel gennaio 2017, subito dopo la sconfitta di Matteo Renzi al referendum costituzionale del dicembre 2016, il Pd riuscì ad eleggere 6 consiglieri provinciali, tra i quali “l’oriundo” Massimiliano Mignanelli.

Francesco De Angelis, imbattibile quando si devono fare le liste elettorali, piazzò 4 consiglieri.

Stavolta saranno tutti insieme, dalla stessa parte. Soprattutto Francesco De Angelis e Antonio Pompeo, un altro che ogni volta che sente l’odore della campagna elettorale, difficilmente sbaglia un colpo. Basta vedere le consultazioni a Ferentino.

 

Il 31 ottobre si vota esclusivamente per il presidente della Provincia, ma in gioco nel Pd ci sono pure altre cose. A cominciare dalla lista per le provinciali di due mesi e mezzo dopo. Già sono iniziati calcoli con il voto ponderato nei vari Comuni, per mettere in campo una squadra competitiva ed equilibrata, nella quale i voti vengano convogliati in maniera intelligenze su più candidati.

Poi però si penserà a tutto il resto. Che non è affatto poco, considerando il voto per la segreteria nazionale e quello per la guida politica regionale, alla quale guarda Francesco De Angelis.

 

Nel frattempo però ci sono due appuntamenti immediati che potrebbero dare il via ad una lunghissima campagna elettorale. Intanto la conferenza dei sindaci sull’acqua, con all’ordine del giorno l’approvazione della nuova tariffa (più bassa della precedente) e il tavolo di conciliazione chiesto dal gestore. Antonio Pompeo può definitivamente lanciare il messaggio che la scelta della risoluzione (poi annullata dal Tar) non sono non ha avuto alcun effetto positivo sulla vita quotidiana dei cittadini, ma che si è rivelata demagogica.

 

Poi si passerà al bilancio della Saf, alla guida della quale c’è il presidente Lucio Migliorelli, esponente del Pd. Pure in tal caso l’obiettivo è quello di far passare un messaggio positivo e di responsabilità. Guardando a tutti gli amministratori, non solo a quelli di centrosinistra. Insomma, la campagna elettorale potrebbe cominciare ad agosto. Fra qualche giorno.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright