La carica delle liste civiche e la trincea dei Partiti

Alle comunali di Frosinone si giocherà una partita importante: tutti punteranno su liste civiche in grado di intercettare il voto trasversale, ma nessun partito può permettersi il lusso di perdere terreno.

Le liste civiche sono fondamentali per vincere le elezioni comunali. Lo si è visto a Sora, a Cassino, a Ceccano, ad Anagni. Ma anche a Ferentino, ad Alatri. E naturalmente in tutti i Comuni al di sotto dei 15.000 abitanti, dove le sfide si decidono in un solo turno. Il discorso vale ancora di più per Frosinone.

Basta pensare che la volta scorsa Nicola Ottaviani volle una coalizione sbilanciata a favore delle civiche. Ai primi posti per consensi ottenuti arrivarono la Lista Ottaviani e il Polo Civico. Ma anche Lista per Frosinone, Cuori Italiani e altre realtà raggiunsero risultati ragguardevoli.

Tra i Partiti soltanto Forza Italia tenne botta. La Lega non presentò neppure la lista e il gruppo di oggi è il frutto di adesioni avvenute successivamente. Fratelli d’Italia riuscì ad eleggere un solo consigliere.

Il ruolo delle civiche nel 2022

Ad un anno dal ritorno alle urne nel capoluogo sono sempre le liste civiche al centro dell’attenzione. Ma al momento è complicato individuare dove si collocheranno. E se saranno in campo. La Lista Ottaviani sicuramente, anche se il sindaco adesso è diventato coordinatore provinciale della Lega. Ottaviani intende mantenere dei pretoriani. Il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli è corteggiato da mesi dal Pd di Francesco De Angelis e da Mauro Vicano. Non è questo il momento delle scelte. Ma sarà della partita. La Lista per Frosinone di Antonio Scaccia resterà nel centrodestra, il gruppo di Carmine Tucci e Carlo Gagliardi dovrà valutare il da farsi. (Leggi anche La “prateria” di Nicola Ottaviani).

Nel centrosinistra non si vedono ragioni per le quali il presidente dell’ordine dei medici Fabrizio Cristofari dovrebbe rinunciare alla sua lista civica. Stesso discorso per Stefano Pizzutelli e Frosinone in Comune. Ma anche per Frosinone Indipendente Marco Mastronardi, Daniele Riggi e Fabiana Scasseddu. Anche l’assessore Fabio Tagliaferri sta pensando ad una sua lista civica. Mentre Mauro Vicano, se sarà candidato a sindaco, proverà a formare più di una lista civica.

E i Partiti? Dovranno presentare liste forti. Tutti: Lega, Pd, Fratelli d’Italia, Cinque Stelle, Forza Italia, Psi. Frosinone è un capoluogo di provincia. Non avere gruppi consiliari sarebbe un suicidio.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright