La Cisl mette al centro i giovani: “Ora tocca a voi”

La Cisl del Lazio si fa 'contaminare' dalle idee di Papa Francesco. E lancia un campo scuola con cui stimolare i giovani. A pensare, capire ed impegnarsi. Come funziona. E chi ci sarà

Fabio Cortina

Alto, biondo, robusto, sOgni particolari: molti

Si chiama “Ora tocca a voi” ed è l’iniziativa firmata dalla Cisl Lazio che riguarderà tre giorni di campo scuola dedicato ai giovani. Saranno 72 ore in cui la faranno da padroni la didattica, l’impegno sindacale, la condivisione ed il confronto, oltre all’ascolto e alla crescita. Si partirà dalle prossime ore a Roma, all’interno del complesso scolastico “Seraphicum”.

L’ispirazione da Papa Francesco

L’evento viene presentato attraverso ciò che disse Papa Francesco ai giovani nel 2015 a L’Havana. Una frase in particolare: “Nell’obiettività della vita deve entrare la capacità di sognare. E un giovane che non è capace di sognare è recintato in sé stesso. E’ chiuso in sé stesso. Tutti sognano cose che non accadranno mai… Ma sognale, desiderale, cerca orizzonti, apriti, apriti a cose grandi”.

E quella frase, così come il campo scuola che sta per iniziare, era rivolta ai giovani, con il monito ad aprirsi al mondo e ai sogni che questi hanno.

Siamo consapevoli, come Cisl Lazio, di aver lanciato una sfida ambiziosa, difficile, complessa, – spiega il Segretario Enrico Coppotelliproprio in un momento dove sempre meno si parla di giovani generazioni. Ma proprio per questo esaltante”. Coppotelli sottolinea proprio che lo spirito è quello di coniugare la didattica con la visione e l’interazione con la capacità di mettersi alla prova. Perché i giovani non sono solo il futuro, ma sono soprattutto il presente.

La formula del Campo Scuola – spiega ancora il Segretario – favorisce la riflessione in un clima di impegno forte e di comunità. La formazione, personale e di gruppo, costituisce la spina dorsale del nostro sistema culturale e sociale”.

Didattica e sfera emotiva

Enrico Coppotelli (Foto: Alessia Mastropietro © Imagoeconomica)

Didattica e sfera emotiva, saranno questi i capisaldi dell’evento, in un momento in cui si deve battere su alcuni concetti fondamentali. Quali? Solidarietà, sussidiarietà ed impegno per favorire le condizioni di vita delle persone più svantaggiate.

La Cisl – afferma Coppotelli – mette a disposizione non soltanto la propria storia come sindacato, ma il suo essere un punto di riferimento per chi crede in un processo di partecipazione e di crescita umana mettendo sempre la persona al centro. Di tutto questo i giovani sono la punta di diamante e alla fine saranno loro ad arricchire ognuno di noi”.

E le iscrizioni sono arrivate copiose: da ogni territorio della Regione e da ogni settore lavorativo, sia pubblico e sia privato.

Apre Coppotelli, chiude Sbarra

L’apertura è prevista lunedì 7 novembre alle ore 12.30 con  l’intervento del segretario generale della Cisl Lazio Enrico Coppotelli. Alle 14.30 il modulo sulla Cisl: “Le radici, il pensiero sociale ed il suo modello organizzativo”. Protagonista il professor Aldo Carera, presidente della Fondazione Pastore. Alle 16.30 la presentazione dei servizi Cisl Lazio.

Luigi Sbarra (Foto: Leonardo Puccini © Imagoeconomica)

La giornata dell’8 novembre inizierà alle ore 9 con l’appuntamento “Giovani, lavoro e sindacato”. Con il professor Romano Benini, docente di sociologia dell’Università La Sapienza di Roma. Alle ore 10.30 il professor Pierluigi Fratarcangeli (docente del Ministero dell’Istruzione) illustrerà il tema “La comunicazione sindacale efficace”. Seguiranno dei lavori di gruppo.

Alle ore 14.30, “Edutech District: per il superamento del Mismatch tra formazione e mondo del lavoro”. L’esperienza del metaverso: prevista una simulazione con i corsisti. A dirigere il tutto la professoressa Elisabetta Giustini, dirigente scolastico dell’Iti Galilei di Roma.

Il 9 novembre, alle ore 9, il professor Federico Bertucci (direttore scientifico e docente del corso “Management e controllo Fondi Ue” della Luiss Business School) terrà il corso “I Giovani e l’Europa”. Poi i lavori di gruppo. Alle 12 il confronto tra i giovani partecipanti e Luigi Sbarra, segretario generale della Cisl.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright