La coperta corta di Fabrizio Cristofari

Gian Franco Schietroma, indiscusso leader dei Socialisti, ha messo un punto fermo: il ritiro della candidatura a sindaco di Vincenzo Iacovissi per convergere sin dal primo turno su Fabrizio Cristofari rappresenta una linea di credito politico aperta nei confronti del presidente dei medici. Perché la politica locale non finirà certamente con le elezioni comunali di Frosinone.

Ci saranno le regionali, le politiche e tutto il resto. In questo modo i Socialisti hanno voluto dare un segnale, anche per cercare di vincere la partita del capoluogo.

Per fare questo hanno lanciato il cosiddetto “ticket” e Vincenzo Iacovissi è adesso il candidato vicesindaco.

Circostanza che ha ulterioremente allontanato la possibilità di un accordo tra Fabrizio Cristofari e Area Popolare. Infatti Alfredo Pallone, capo del partito del ministro Angelino Alfano, è allergico sia al gregariato sia ad accomodarsi ad un tavolo già apparecchiato da altri.
Inoltre la “guerra” alla Provincia tra Domenico Alfieri e Andrea Amata gli ha fornito l’albi perfetto per sganciarsi. Eventualmente.

Il Partito Democratico, già tutto concentrato sul congresso nazionale (all’insegna del si salvi chi può) resta a guardare.

Meno male che Fabrizio Cristofari si è reso conto che dovrà fare tutto da sé.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright