La frusta di Picano: “Noi siamo all’opposizione”

Zero spazio per le ambiguità. Il vice presidente provinciale di Fratelli d'Italia punta il dito contro il governo Draghi. E contro ogni ipotesi di inciucio con il governo comunale di Cassino

Non si sente fuori luogo. Anzi, rivendica una certa coerenza di scelte: l’avvocato Gabriele Picano una volta entrato nella grande centrifuga che ha frammentato il centrodestra unitario del Popolo delle Libertà poteva scegliere senza difficoltà dove collocarsi. Perché veniva dall’area più orientata a destra che esprimeva il ministro Franco Frattini, aveva frequentato in maniera diligente le linee di Rocco Buttiglione ed il suo cattolicesimo integrale, sapeva dialogare con le altre identità centriste senza sentirsi a disagio. Ha scelto Fratelli d’Italia e Giorgia Meloni: in quel periodo storico era la collocazione meno ambita e meno scontata.

Non lo ha fatto con la velleità di imporre una posizione. Al contrario. Basta un rapido giro dei social per comprendere quanto Picano tenga fede alla linea impressa dal senatore Massimo Ruspandini, senza fughe in avanti o velleità personalistiche. Certo, anche il Sud della provincia di Frosinone, prima o poi, rivendicherà la sua fetta di rappresentatività.

*

Gabriele Picano Giorgia Meloni
E’ ancora convinto di Fratelli d’Italia come scelta?

Certo. Mi sento completamente a casa e mi rivedo pienamente nella linea portata avanti dalla nostra leader Giorgia Meloni“. 

Lei è un “governista”. Non si sente fuori luogo ad essere schierato contro Mario Draghi?

Avere un retaggio storico diverso non significa automaticamente condividere la linea di Draghi. Questo Governo non può essere sostenuto sotto mille punti di vista, mi riferisco a tante criticità ancora al palo: inutile mantenimento del reddito di cittadinanza, obbligo del Green pass, ddl Zan, la riforma della giustizia. Pertanto Fratelli d’Italia ha fatto benissimo a restare all’opposizione“. 

La Destra, a Cassino e provincia, ha sempre subito il Centrismo. Ora che il Centro è divenuto di destra, le cose cambieranno?

La destra può recitare in Provincia di Frosinone e a Cassino un ruolo straordinario. Fratelli d’Italia è diventato un grande Partito di popolo e questo lo si deve unicamente alla linea coerente e a difesa degli italiani condotta da Giorgia Meloni. Il nostro Partito può proporsi al Governo di tante amministrazioni ivi compresa la Regione Lazio“. 

Andiamo nel concreto: le Regionali sono dietro l’angolo, intende candidarsi?

Le miei ambizioni devono inserirsi in un ragionamento globale nel Partito. Se la mia persona viene ritenuta in grado di dare un contributo qualitativo dai miei riferimenti, gli onorevoli Francesco Lollobrigida e Paolo Trancassini, sono a disposizione per le tornate elettorali che si presenteranno“. 

Gabriele Picano e Massimo Ruspandini
Come le vede queste amministrative per Fdi a Frosinone?

Alle prossime amministrative auspichiamo di essere il primo Partito della coalizione. La nostra crescita è sotto gli occhi di tutti, ci sono uomini, donne e giovani in grado di catalizzare un rilevante consenso. Le elezioni amministrative spesso creano fratture tra i vari esponenti locali. L’importante però è che sia a Sora che ad Alatri ci sia il centrodestra unito per cui i nostri quadri dirigenti sono riusciti a superare le difficoltà e a tenere unita la coalizione“. 

Come vede il futuro del centrodestra frusinate?

“Questa tornata amministrativa è servita per amalgamare la coalizione di centrodestra. Al di là delle sensibilità e delle legittime ambizioni dei Partiti sui temi e sul metodo si ha la stessa idea. Il senatore Ruspandini è stato il primo a mettersi a disposizione per l’unità sia a Sora che ad Alatri e questo è un segno di grande mediazione“.

Franco Evangelista fa parte di Fratelli d’Italia?

Da quanto leggiamo dai tabulati delle iscrizioni fatte on line, si. Da quanto vediamo nelle riunioni di Partito, no. Non abbiamo avuto il piacere di confrontarci con lui da quando si è iscritto, né di concordare la linea politica da tenere in Consiglio Comunale. Non ho avuto questo piacere io come vice presidente provinciale del Partito, meno ancora la collega Angela Abbatecola che è la portavoce di Cassino. Sicuramente Franco, che è un amministratore navigato, sarà stato molto impegnato nel preparare una efficace azione di contrasto all’ammministrazione guidata dal sindaco Enzo Salera del Partito Democratico. All’opposizione del quale noi ci troviamo, senza se e senza ma. Non c’è spazio per ambiguità di alcun genere: Fratelli d’Italia è un Partito con uno Statuto e con livelli decisionali ben definiti. Le ambiguità con il Pd non fanno parte né del nostro dna né di quello di un amministratore esperto come Franco Evangelista.

È stato tra i primi a segnalare il rischio di un collasso per il sistema dell’Automotive: il Partito si è mobilitato ed il vostro senatore Adolfo Urso ha organizzato una video conerenza. Ma poi?
Adolfo Urso (Foto: Livio Anticoli / Imagoeconomica)

Il tema dell’automotive sta molto a cuore a Fratelli d’Italia. Il senatore Adolfo Urso ha organizzato una conferenza a riguardo. Con la ripresa dopo le ferie sono certo che Fratelli d’Italia sarà da pungolo al Governo affinché Stellantis si faccia carico di mantenere alti livelli occupazionali e punti sulla modernizzazione in termini di mobilità sostenibile dello stabilimento di Piedimonte San Germano. Così facendo il Lazio Meridionale può tornare a recitare un ruolo di primo piano in campo industriale”.

Come si vede Gabriele Picano tra dieci anni?

Chi può dirlo. Prima di tutto amo la mia professione di avvocato e la mia meravigliosa famiglia. Se la politica porterà qualche soddisfazione che ben venga altrimenti mi ritengo comunque molto fortunato di quello che ho costruito“. 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright