La mi porti tre punti da Firenze: il Frosinone continua il sogno (di G. Giuliani)

Il Frosinone batte la Fiorentina al Franchi. Fischi per i padroni di casa. Il “bacione mortifero” alla Viola lo porta Daniel Ciofani. Il Frosinone vince 0-1 e continua a crederci.

Giovanni Giuliani
Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

FIORENTINA-FROSINONE 0-1

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Laurini, Pezzella, Milenkovic, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Chiesa, Mirrallas, Muriel.

A disposizione: Terracciano, Brancolini, Ceccherini, Norgaard, Simeone, Dabo, Hancko, Mongtiel, GRaiciar, Vlahovic, Hugo.

Allenatore: Pioli.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Paganini, Chibsah, Sammarco, Valzania, Beghetto, Trotta, Pinamonti.

A disposizione: Bardi, Ghiglione, Molinaro, Simic, Maiello, Ciofani, Zampano, Dionisi, Brighenti, Cassata, Krajnc.

Allenatore: Baroni.

Terna arbitrale – Arbitrosig. Daniele Chiffi della sezione di Padova; assistenti sigg. Ciro Carbone della sezione Napoli e Luigi Rossi della sezione di Rovigo; IV Uomo sig. Alessandro Prontera di Bologna;  VAR sig. Luigi Nasca di Bari; Assistente VAR sig. Gianmattia Tasso di La Spezia.

Marcatore: Ciofani 84′

Note: spettatori: 20.000 circa; angoli: 6-4 per la Fiorentina; ammoniti: 39’ pt Beghetto; recuperi: 2’ pt; 1’ di raccoglimento in memoria delle vittime del terremoto de L’Aquila di 10 anni fa.

*

L’impresa e’ compiuta. Il “Franchi” viene espugnato con l’uomo simbolo, Daniel Ciofani, leader di una squadra che non si arrende e prova a giocarsele tutte le possibilità per rimanere nella massima serie. Non sappiamo se questo ennesimo successo esterno servirà a far salvare il Frosinone. Sappiamo che i ciociari, dati per morti da tutti, sono ancora vivi. I giallazzurri sbancano Firenze prendendo tre punti vitali e ora attendono le altre.

Al Franchi Baroni cambia ancora schierando i suoi con il 3-5-2: davanti a Sportiello ripropone Goldaniga nel pacchetto difensivo con Salamon e Capuano: a centrocampo sulle fasce Paganini e Beghetto. In mezzo Sammarco, Valzania e Chibsah. In avanti la coppia e’ formata da Pinamonti e Trotta.

GARA SUBITO SCOPPIETTANTE 

Inizia il match ed il Frosinone e’ subito pericolo dopo un minuto e mezzo. Sugli sviluppi di un angolo Paganini 

prolunga per Salamon che di testa stacca bene e Lafont si rifugia in angolo. Poco dopo  su una ripartenza della Viola  Sportiello salva i compagni opponendosi alla conclusione di Mirallas. L’avvio non è affatto male.

I ragazzi di Pioli premono nei primi minuti tentando di sbloccarlo il match. Il Frosinone dimostra che, se ha spazio, può provarci. Con il passare del tempo, però,  la Fiorentina prende campo. Al 14esimo da angolo Milenkovic salta più in alto di tutti ma la sfera termina alta. La riposta del Frosinone è affidata ad un destro dall’altra distanza di Valzania al sedicesimo.

LA FIORENTINA NON SFONDA 

La Viola si affida molto ai cross degli esterni. Tra i padroni di casa ancora in evidenza il difensore Milenkovic che in rovesciata trova attento Sportiello. I ciociari, però, non stanno a guardare. Al 26esimo buona giocata di Pinamonti quasi sulla linea di fondo e la Fiorentina si salva in angolo. 

Dopo la mezz’ora primo lampo di Chiesa che su un cross di Biraghi ci arriva di testa a ridosso dell’are piccola ,lasciando sul posto Valzania, ma la sfera finisce sul fondo. Brividi per il Frosinone.

  I giallazzurri sono sempre più schiacciati. Al 36esimo altra palla gol per i padroni di casa con Benassi ma la sua “spiazzata” di testa va sopra la traversa.

IL FROSINONE SOFFRE MA NON RINUNCIA A PROVARCI

Il match e’ difficile per i ciociari anche se resistono con ordine: quelle volte che hanno palla al piede sbagliano tanto non riuscendo a servire gli attaccanti. Al 39esimo, però,  l’occasione, doppia,  e’ proprio per i giallazzurri: Paganini recupera palla e calcia, il tiro viene respinto da Milenkovic,  sulla sfera si avventa Beghetto che tira col destro ma Lafont si salva. Si va negli spogliatoi sullo 0-0.

INIZIA IL SECONDO TEMPO. C’È MAIELLO

Si ricomincia com un cambio tra i ciociari: dentro Maiello e fuori Sammarco. La prima occasione della ripresa e’ per Benassi che prova ad indirizzare il suo colpo di testa. Sfera sul fondo. La Fiorentina è ancora pimpante. Al 50esimo Sportiello è un po’ indeciso e per poco non si rischia la frittata. Il Frosinone prova in qualche modo  a rimettere la testa in avanti. Nella Viola escono Gerson e Benassi ed entrano Dabo e Simeone. Pioli prova a vincerla. Ma anche il Frosinone deve vincerla. Al 64esimo primo tentativo di Simeone, attento Sportiello. Poco dopo il sinistro di Veretout termina di poco fuori.

DENTRO CIOFANI, FUORI TROTTA 

Al 67esimo Baroni mette dentro Ciofani per Trotta. Il Frosinone sfiora il vantaggio un minuto dopo. Da angolo Goldaniga di testa fa gridare al gol, ma la sfera termina sul fondo. Il Frosinone sa che se vuole alimentare le speranze salvezza deve fare il colpo. Al 74esimo e’ Paganini ad indirizzare la sfera di testa. La Fiorentina rischia. Ultimi cambi nelle due squadre. Entrano Vlahovic per Muriel e Zampano per un esausto Valzania al 79esimo.Qualche minuto dopo Chiesa si riaccende alla sua maniera. Il destro a giro si stampa sul palo.

GOL DEL FROSINONE: ANCORA DANIEL CIOFANI

Dalla paura alla gioia il passo è breve. Il Frosinone passa con il suo uomo simbolo: Daniel Ciofani

Il gol lo realizza al minuto 84. La sfera gliela  serve un ottimo Pinamonti. La mezza girata dell’attaccante abruzzese non lascia scampo a Lafont.E’ la rete del vantaggio, e’ grande festa. Poco dopo si fa male, però,  Salamon. Il Frosinone non ha più cambi ma lui prova a resistere, per poco. La gara  si innervosisce. 

Sono sei i minuti di recupero, i canarini in dieci moltiplicano gli sforzi. Sportiello nei minuti finali e’ sicuro in area blindando il successo. E’ impresa, impresa vera e grandiosa. Baroni si gode il secondo successo di fila. Comunque andrà a finire il Frosinone sta dimostrando a tutti che ci crede.