A voi la monnezza a noi le tende, Roma chiama Frosinone

La chiamata è arrivata al municipio di Frosinone. A telefonare è stato il coordinamento della Protezione Civile del Lazio ed ha chiesto di parlare con urgenza al disaster manager Ruggero Marazzi. Inutile rispondere che era al suo primo giorno di ferie e forse era andato a vedere se esiste ancora il mare a Terracina. L’ordine di Roma è stato perentorio: fatelo rientrare.

A Roma stanno per arrivare 250 migranti africani ripescati nelle ultime settimane in pieno Mediterraneo e appoggiati in via Cupa. E servono le tende per sistemarli, in attesa di una cooperativa che se li prenda in appalto, gli dia un tetto ed una sistemazione.

Quei 250 migranti sono al di fuori del circuito di accoglienza previsto dai trattati internazionali. Solo ieri mattina sono iniziate le operazioni di identificazione presso la tendopoli che è autogestita da gruppi di volontari. L’operazione è stata disposta con ordinanza di servizio dal questore di Roma Capitale ed è la quarta di questo genere effettuata nelle ultime settimane.

L’ordine arrivato alla Protezione Civile di Frosinone è di consegnare a Roma 28 tende del modello usato fino alla settimana scorsa all’ex Mtc: per ora li metteranno in una tendopoli. Poi si vedrà dove mandarli.

Il telefono ha squillato anche in prefettura a Frosinone. Nessuno sa se abbiano risposto.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright