La mossa di Berlusconi: raccogliere il malumore dei sindaci

Il fondatore di Forza Italia ha riunito in videoconferenza alcuni primi cittadini “azzurri”. Ma in realtà il messaggio è a tutte le Amministrazioni locali, che rischiano di rimanere schiacciate nella manovra del Governo giallorosso.

I sindaci di Forza Italia «chiedono l’istituzione di un Fondo dedicato ai piccoli Comuni e un piano per colmare il divario digitale tra Nord e Sud, tra le città e i piccoli centri». Silvio Berlusconi ha promosso un confronto con i sindaci “azzurri”, che in realtà non fanno altro che chiedere le stesse cose di tutti gli altri amministratori locali.

La notizia sta nel fatto che il fondatore di Forza Italia è l’unico che si è preoccupato di questo aspetto. Perché nella grande crisi generata dal virus c’è pure quella degli enti locali. I sindaci forzisti «chiedono inoltre la sospensione del codice degli appalti per poter dare il via ai cantieri per le opere pubbliche, lavori che possono fungere da volano per far ripartire l’economia». Ritengono infatti di dover approfittare di questi mesi per finanziare la messa a norma e in sicurezza degli edifici pubblici a partire dalle scuole.

I sindaci d’Italia © Livio Anticoli / Imagoeconomica

I sindaci infine dichiarano di sostenere il protocollo tra farmacie e Anci per la distribuzione di mascherine e farmaci a domicilio. Alcuni amministratori «hanno espresso forte preoccupazione per la possibilità che si scateni una crisi sociale da parte di cittadini senza lavoro che non hanno ricevuto alcun contributo dallo Stato e si trovano in condizioni di estrema povertà». E ancora: «Alcuni sindaci evidentemente considerati dai cittadini come rappresentanti della classe politica nella loro città, hanno ricevuto male parole e insulti rivolti al governo e a tutti i politici al potere». Così si conclude la nota di Forza Italia.

Silvio Berlusconi ha riunito in videoconferenza venti sindaci di Forza Italia. Ha fatto sapere: «Si è parlato dell’andamento dei contagi da virus e della situazione economica dei Comuni. I sindaci hanno espresso forti preoccupazioni perché i Comuni hanno incassato solo anticipi di bilancio gravati da interessi passivi. I sindaci e le loro amministrazioni sono in prima linea nel sostegno alle fasce più deboli della popolazione, ma lamentano di non aver ricevuto dal governo alcun finanziamento al riguardo. Fanno inoltre presente che oltre alla chiusura di molte attività, dal commercio al settore turistico, alla ristorazione e ai bar, sono venuti meno tutta una serie di tributi fondamentali per le amministrazioni comunali».

L’ennesimo capolavoro politico del fondatore di Forza Italia, che ha voluto porre l’attenzione sulle Amministrazioni locali. Fiutando in anticipo il rischio che le manovre economiche del Governo giallorosso finiscano con il penalizzare ulteriormente gli enti locali. Da qui il passaggio delle critiche alla politica. Segno che Forza Italia alle comunali di autunno vuole ottenere un risultato ragguardevole.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright