La nuova vita di Zappino. L’ex portierone scopre ed allena talenti

L’italo-brasiliano ha segnalato al Frosinone il giovane Andrea Grasso della Rari Nantes Siracusa: “La mia idea è formare i ragazzi e cercare di lanciarli nel mondo professionistico”. In maglia giallazzurra ha conquistato 4 promozioni (2 in Serie B ed altrettante in A) ed ha collezionato 190 presenze. Per i tifosi è un idolo ancora indiscusso.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

La nuova vita di Massimo Zappino è scovare nuovi portieri e insegnare loro i trucchi del mestiere. E malgrado sia tornato a Siracusa non ha mai spezzato quel fil rouge che lo lega all’amata Frosinone. Così la sua ultima scoperta non poteva che vestire di giallazzurro. Si chiama Andrea Franco Grasso e non ha neanche 15 anni (li compirà il primo agosto) e da qualche giorno è un nuovo giocatore degli Allievi nazionali del Frosinone.

Zappino lo ha pescato nel summer training che ha tenuto alla Rari Nantes di Siracusa sul campo “Franco Bianchino”. Il giovane portiere siciliano ha impressionato l’ex canarino: una telefonata all’amico Alessandro Frara (neo responsabile del settore giovanile frusinate), uno stage e per Grasso è iniziata l’avventura nel calcio che conta.

L’ORGOGLIO DI MASSIMO

Massimo Zappino para un rigore nello stadio Matusa

Per Zappino, 40 anni, italo-brasiliano, è una bella soddisfazione aver lanciato questo ragazzino. Un successo nella nuova carriera di allenatore di giovani portieri dopo i tanti conquistati in campo volando da un palo all’altro.

Sono davvero felice per Andrea – ha detto Zappino sulle colonne della Sicilia – Un po’ mi rivedo in lui nell’approccio che ebbi con i professionisti. E’ un ragazzo serio e ha voglia di crescere. Adesso starà a lui dimostrare il suo valore in un calcio che potrà aprirgli molte strade”. 

Andrea Grasso ha mosso i primi passi all’Accademia Siracusa e poi è passato alla Rari Nantes. Quindi ha iniziato il training seguito da Zappino che ha creato il gancio con il Frosinone. «Posso solo dire grazie al direttore Frara, mio ex compagno e capitano al Frosinone – continua Zappino – Questo ragazzo la prossima stagione giocherà negli Allievi Nazionali».  

ZAPPINO IL TALENT SCOUT

Il baby Andrea Franco Grasso scoperto da Zappino

Zappino sembra aver trovato la sua dimensione dopo quasi vent’anni di carriera con 273 gare tra i professionisti. La veste di scopritore ed istruttore di giovani portieri gli calza a pennello e lo gratifica.

La mia idea è formare qui i ragazzi e cercare di lanciarli nel mondo professionistico  – sottolinea Massimo – Andrea a Frosinone avrà modo di crescere bene perché è una società organizzata e consente ai ragazzi di seguire un percorso scolastico e sportivo. Vorrei ringraziare l’Accademia Siracusa, la  famiglia di Andrea, oltre che il Frosinone perché nel giro di un giorno ha creato i presupposti per il trasferimento. Lavorerò in questa direzione, il mio obiettivo è creare una nuova scuola di portieri”.

UNA BANDIERA MAI AMMAINATA

Massimo Zappino

Quattro promozioni e 190 presenze spalmate in 10 stagioni. E’ stato il portiere del primo salto in Serie B nel 2006 con la banda-Iaconi.

Ma è stato anche protagonista della prima volta in A con un rigore parato nella partita decisiva con il Crotone. Inoltre ha difeso i pali del Frosinone della doppia-promozione dalla Lega Pro alla massima serie.

Insomma Massimo Zappino ha scritto la storia del club giallazzurro ma non solo. Ha incarnato l’anima in campo della tifoseria. Un attaccamento alla maglia viscerale tanto da essere eletto a idolo indiscusso della Curva Nord. Al di là dei numeri e delle vittorie, Massimo è un monumento della Frosinone calcistica. E quindi la sua nuova vita non poteva che passare per il capoluogo della Ciociaria.      

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright