La Regione affonda Gianluca Quadrini: commissari nelle Comunità Montane

Approvata in regione Lazio la legge che commissaria le Comunità Montane. Le trasforma in Unioni di Comuni. Accordo tra maggioranza ed opposizione sui nomi. Non c'è Quadrini. Non ha un Partito. Al suo posto Sararcco?

La Regione Lazio ha detto addio alle Comunità Montane. Lo ha fatto votando la proposta di legge n. 116 “Disposizioni finanziarie di interesse regionale e misure correttive di leggi regionali varie“. Nel pacco di emendamenti approvati ce n’è uno con cui si prevede il commissariamento immediato di tutte le Comunità Montane nel Lazio. Diventeranno associazioni di Comuni.

A prevederlo è stato l’emendamento depositato dal consigliere Emiliano Minnucci, esponente del Partito Democratico, vice presidente della Commissione di vigilanza sull’Informazione, componente delle commissioni che si occupano di Lavori Pubblici e Urbanistica.

Il testo è stato riformulato: ha lasciato aperta la possibilità della trasformazione degli attuali presidenti in commissari. Cancellata la parte che dichiarava non nominabili gli ex parlamentari, gli ex consiglieri regionali, i consiglieri provinciali. In pratica, una nuova scappatoia che consentirebbe di mantenere la guida della Comunità Montana di Arce a Gianluca Quadrini, inamovibile per statuto.

Sarà il governatore Nicola Zingaretti a nominare i commissari. Alla bouvette della Pisana assicurano che ad Arce non resterà Gianluca Quadrini. Il dialogo tra maggioranza ed opposizione – sostengono – ha raggiunto un equilibrio sui commissari da nominare: una quota sarà di gradimento delle attuali minoranze.

Nell’elenco che verrà proposto al Governatore non figura il nome di Gianluca Quadrini: una volta uscito da Forza Italia e lasciata anche Noi con l’Italia non ha un Partito di riferimento che possa avere interesse a lasciarlo in una casella strategica come è quella di Arce. È anche per questo che salterà.

Al suo posto, con molta probabilità verrà inviato come commissario il sindaco di Fontana Liri Gianpio Saracco.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright