La ricreazione infinita di Forza Italia

Alzi la mano chi ha capito la linea politica di Forza Italia in provincia di Frosinone. Alcuni esempi sono indicativi.

ACQUA: Antonello Iannarilli e Alessia Savo, un ex parlamentare e tra i fondatori e il vice coordinatore provinciale (e sindaco di Torrice) attaccano l’Acea e l’Ato 5 senza tregua. Molti altri invece hanno votato in maniera diversa nell’assemblea dei sindaci.

PROVINCIA E COSAP: Silvio Ferraguti, responsabile regionale delle attività produttive degli “azzurri” definisce intollerabile l’applicazione della Cosap, la tassa sui passi carrabili, da parte dell’Amministrazione Provinciale di Antonio Pompeo. Sorretta da tre consiglieri: Danilo Magliocchetti, Vittorio Di Carlo e Gianluca Quadrini. Tutti zitti. Come il consigliere regionale Mario Abbruzzese e il coordinatore Pasquale Ciacciarelli.

CONSORZIO INDUSTRIALE – Nicola Ottaviani, sindaco di Frosinone, risulta decisivo per l’elezione alla presidenza dell’ex comunista Francesco De Angelis, nume tutelare del Pd. Gianluca Quadrini e Vittorio Di Carlo sono “contro”.

ALLEANZE – Mentre a livello nazionale Silvio Berlusconi partecipa alla manifestazione di Bologna insieme a Matteo Salvini (Lega) e Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia), in Ciociaria proprio i Fratelli d’Italia (di Antonio Salvati) e Noi con Salvini (Gabriele Picano) sono gli avversari principali.

FROSINONE-ALATRI – Il sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani, se si ricandiderà, lo farà con una caratterizzazione civica. Con o senza Forza Italia. Antonello Iannarilli ad Alatri va avanti senza Forza Italia. Nessuno dice nulla.

SANITA’ – Il consigliere regionale Mario Abbruzzese si è alleato con Mauro Buschini (Pd) pur di cacciare Isabella Mastrobuono, difesa invece fino all’ultimo da Nicola Ottaviani. Lo scontro fra i due rimane…agli atti.

Domanda per Silvio Berlusconi: va bene la libertà di opinione, ma la linea politica non dovrebbe esserci almeno? Chiedere l’unità è impossibile, ma…

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright