La sfida della nuova vita di Franco Fiorito (di A. Porcu)

Inizia una nuova vita per Franco Fiorito. Quella del commentatore politico. Su questa testata da dicembre analizzerà e spiegherà gli scenari. Una sfida soprattutto con se stesso

Franco Fiorito tornerà ad occuparsi di politica. Non quella attiva. Ma quella raccontata.

Da dicembre inizierà la sua collaborazione con la testata giornalistica on line AlessioPorcu.it, occupandosi di scenari politici nazionali. Non si interesserà di ciò che è stato il suo storico bacino elettorale.

 

I processi hanno già giudicato il Fiorito capogruppo. Le sentenze hanno stabilito una verità giudiziaria. Hanno lasciato senza risposte una serie di quesiti che l’ex responsabile del Popolo delle Libertà in Regione Lazio ha sollevato di fronte ai giudici: l’accordo politico alla luce del sole che prevedeva l’assegnazione di determinate somme, la differenza di interpretazione della stessa situazione tra capigruppo di Partiti diversi. Sarà la Cassazione a sciogliere quei nodi.

 

Nel frattempo resta il Fiorito politico: con il suo acume e la sua capacità di analisi non comuni. Con la spiccata abilità nell’individuare una sintesi e aggregare. Grazie alla quale, in pochi anni, è passato da semplice iscritto ad una sezione del Msi a Federale provinciale del Partito di Almirante, da Segretario Provinciale di An e Coordinatore provinciale del PdL; sindaco di Anagni a meno di trent’anni e consigliere regionale del Lazio eletto a furor di popolo.

 

Gettare il bambino insieme all’acqua sporca è uno sport nel quale questo territorio eccelle. Così facendo ha tagliato poco alla volta molto di ciò che poteva essergli utile. Noi abbiamo deciso di provare a tenere il ‘bambino’.

 

In attesa che la Suprema Corte si pronunci in maniera definitiva, per Franco Fiorito si apre ora un altro percorso: quello dell’analizzare e spiegare la politica al grande pubblico. Raccontandola con la sua capacità unica di leggere gli eventi ed il disincanto di chi, ancora giovanissimo e nel pieno della carriera, si è visto accendere davanti il semaforo rosso con l’invito a passare ai box.

 

Dopo i processi e dopo gli elettori, Franco Fiorito ora si sottopone al giudizio dei lettori. Che ogni settimana leggeranno le sue analisi. Liberi di essere d’accordo o non condividerle, individuare eventuali intrighi o messaggi e rivelarli. Il giudizio dei lettori è senza appello e decreta la vita o la morte professionale di una penna.

 

Una sfida ed una capacità di rimettersi in discussione che Franco Fiorito ha avuto il coraggio di accettare.

 

Per questo lo ringraziamo.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright