La visione di Pasquale: «Ha vinto il M5S ma ha perso»

Pasquale Cirillo, il più giovane assessore dell'Ottaviani II. La passione per la politica. L'ombra di Alfredo Pallone. Il futuro del Partito. I risultati delle scorse votazioni. Chi ha vinto e chi ha perso. Ed il futuro...

È il più giovane assessore dell’Ottaviani-bis. Si occupa di Patrimonio e Governance. Pasquale Cirillo fa l’avvocato ma la politica è la sua passione. È il pupillo di Alfredo Pallone. Che di lui, in privato, dice: «È preparatissimo ma è troppo onesto». Non deve essere un grosso problema se un anno fa lo ha candidato nella lista di Alternativa Popolare, facendolo arrivare a 251 preferenze: secondo in assoluto nella lista alle Comunali. Ora Alternativa Popolare non c’è più, Alfredo Pallone ha seguito Maurizio Lupi in Noi con l’Italia. Che a Frosinone, alle Regionali, ha preso una delle migliori percentuali in Italia.

 

Alessioporcu.it – Ha vinto Alfredo Pallone?

Pasquale Cirillo – Il vero vincitore di queste elezioni è il Movimento 5 Stelle. 
Hanno lavorato bene. Hanno girato il territorio e hanno affascinato le menti delle persone.
Come dire : tra i due litiganti il terzo gode, o quasi.

 

Il M5S è il primo Partito ma non la prima coalizione

Infatti è una vittoria di Pirro. Perché ha i numeri grandi ma non i grandi numeri, quelli utili per una maggioranza assoluta. Il movimento di Grillo ci ha saputo fare. Con un uso strategicamente sapiente di internet ha fatto breccia nella mente di quell’elettorato (troppo) distaccato dalla res publica, incline all’antipolitica.

 

Dalle urne non è uscita una grande forza ma tre debolezze
Senza dubbio la Lega è l’altro vincitore. Ha cavalcato la paura dell’immigrazione. La vittoria di Salvini è stata però di slogan come “Prima gli italiani” e “Aiutiamoli a casa loro”.

 

Ed è un problema?

È una grandissima beffa. Aiutarli a casa loro vorrebbe dire costringere tutte le multinazionali che operano in Africa a smettere di sfruttare il continente. Allora mi domando: è aprendo lager e facendo accordi con i loro peggiori banditi, come abbiamo fatto di recente, che li aiutiamo?

 

Salvini farà il premier?

Salvini non avrebbe la minima capacità di governare un paese del G8: spesso contraddittorio, è privo di argomenti tecnicamente convincenti e la sua dialettica è un continuo “cosa fare” anziché “come farlo”.

 

Forza Italia, Fratelli d’Italia e Noi con l’Italia?

Le altre forze politiche sono uscite dal voto tutte con le ossa rotte.

 

Berlusconi però è stato ancora una volta capace di spostare milioni di voti
Berlusconi è al tramonto. L’ormai ottantenne leader di FI ha dalla sua i consensi di pochi pretoriani e solo per coinvolgimento emotivo.

 

Fratelli d’Italia invece non ha sfondato

Anche FdI, è rimasta al palo, vuol dire che la retorica sul patriottismo ha fatto poca presa, come la ripetitività delle tematiche, le gaffe. E le manifeste dimostrazioni di ignoranza e incompetenza su argomenti come l’integrazione del leader Giorgia Meloni (secondo la quale l’arabo è una religione) non permettono di guadagnare consensi.

 

La Quarta Gamba ha zoppicato

In solo 30 giorni non credo si potesse prendere di più. Ma in politica le sfide si accettano. Soprattutto quando alla base c’è un principio. E si ha la convinzione di essere dalla parte giusta.

 

L’Udc ha già preso la stampella e se n’è andata

Il dibattito è aperto. C’è una nuova forma di centro che dovrà prendere corpo.

 

A sinistra Liberi e Uguali non ha funzionato
LeU è stato percepito come il solito apparato di sinistra, incapace di comunicare con il mondo odierno. Inoltre si vocifera già di un possibile accordo tra LeU e Pd e questo sicuro non è piaciuto molto agli elettori. Inoltre il nome del partito non è stato di grande aiuto.

 

Ha perso il Pd o è stato un voto contro Renzi?
Renzi ha ricevuto la lezione che meritava: la narrazione politica avversaria lo ha dipinto come un Icaro che ha volato troppo alto ma in realtà credo sia il Cavallo di Troia nel PD, inserito dall’Ulisse Berlusconi. Guascone Matteo.

 

I presidenti delle Camere li hanno individuati: faranno anche il Governo?

Personalmente mi auguro che si formi un governo di scopo per cambiare questa legge elettorale e tornare immediatamente alle urne.

 

E a quel punto?
A quel punto bisognerà farsi trovare pronti. La sinistra, come la destra deve ricominciare da zero. Dobbiamo ricominciare dal linguaggio perché il linguaggio usato fino ad oggi non ha funzionato. Benvenuta terza Repubblica.

 

Cirillo guarda alla Lega?

Cirillo guarda al suo lavoro da assessore e spera di farlo bene. C’è un impegno da rispettare con gli elettori. Altre prospettive non ce ne sono.

.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright