L’assessorato a Virgili: questione di… Bilancio?

L'operazione che ha portato Antonio Pompeo a blindarsi a Ferentino. Assegnando l'assessorato al suo ex avversario di quattro anni fa, Giuseppe Virgili. L'ipotesi è che...

Emiliano Papillo

Ipsa sua melior fama

La chiave di lettura più maliziosa dice che lo abbiano avvicinato dal gruppo di opposizione interna. E che gli abbiano detto, nella sostanza,se vieni con noi diventiamo sei ed il Bilancio non passa‘. Mettendo così sotto scacco il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo. Se sia vero, nessuno lo saprà mai. Ma i fatti dicono che il consigliere Giuseppe Virgili non si è mosso dalla sua posizione ed anzi in mattinata è diventato assessore alle Manutenzioni.

La conclusione della parabola

È la conclusione di una parabola iniziata con le elezioni Comunali del 2018. Giuseppe Virgili si è candidato sindaco di Ferentino contro il centrosinistra dell’uscente Antonio Pompeo. Ha trascorso tre anni all’opposizione.

Poi la sua posizione è cambiata. È stato quando è maturata la rottura tra il sindaco Antonio Pompeo ed il suo storico vicesindaco Luigi Vittori di Ferentino Nel Cuore. Colpa delle strategie da mettere in campo per il prossimo quinquennio: Vittori avrebbe visto bene il ritorno dell’ex sindaco Piergianni Fiorletta, mentre Pompeo è per la linea del rinnovamento; una contrapposizione finita con la rottura, Fiorletta e Vittori sono diventati una sorta di opposizione interna alla maggioranza. (Leggi qui Cosa c’è dietro il divorzio tra Pompeo e Vittori).

Nelle settimane che hanno preceduto il culmine della crisi, Giuseppe Virgili è diventato merce politicamente pregiata. Ha lasciato le file dell’opposizione ed è passato al fronte del suo ex avversario elettorale Antonio Pompeo. (Leggi qui Virgili è in maggioranza e studia da assessore).

Ora la chiusura del cerchio: con la delega da assessore.

Strategie democristiane

Prima di concederla, Antonio Pompeo ha atteso fino all’ultimo minuto: con una strategia da navigato democristiano.

Se sia vero o meno che qualcuno abbia provato a portare Virgili ed il suo consigliere Nicola Dell’Olio nell’orbita di Ferentino nel cuore, non si verrà a sapere. Con loro, sarebbero stati in sei ad essere in posizione critica all’interno della maggioranza: con il rischio di astenersi al bilancio di previsione ed aprire un confronto con il sindaco.

In questo modo invece Antonio Pompeo si è blindato. Giuseppe Virgili va a coprire la casella che era rimasta vuota dopo le dimissioni di Evelina Di Marco da assessore all’Ambiente. Restano tesi i rapporti con i 4 dell’ex vicesindaco Luigi Vittori: i consiglieri Piergianni Fiorletta, Giovanni Dell’Orco, Angelo Picchi ed Alessandro Rea. Sono in maggioranza ma stanno fuori dall’esecutivo.

Nei giorni scorsi hanno fatto sapere che voteranno compatti il Bilancio di previsione 2023. Sarà così anche con la nomina ad assessore di Giuseppe Virgili?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright