E l’auto blu insegue il presidente Gianluca Quadrini

E’ il destino ad inseguirlo. Non è lui a volere la macchina blu. E’ la macchina blu a volere Gianluca Quadrini, eroico presidente della indomita comunità montana di Arce (in liquidazione). E’ entrato nell’Autoparco dell’Ente ed ha osservato i mezzi all’interno dell’area desolatamente vuota: un pick up con l’attrezzatura antincendio; una vecchia 146 per portare i volontari nelle zone aggredite dalle fiamme, condurre i tecnici nelle zone da ispezionare, raggiungere i vari uffici. E per trasportare il signor Presidente? Nulla.

Gianluca Quadrini si è accontentato. Ha fatto portare dal carrozziere il pick up che nessuno usava da due anni e l’ha fatto sistemare con pochi soldi: rosso, fiammante, e pure con i lampeggianti blu. Nemmeno Franco Fiorito riuscì a fare tanto. A lui i lampeggianti glieli regalarono durante una cena di compleanno (poi li ha visti alla fine della carriera politica, ma questa è un’altra storia).

Ora però il pick up rosso serve per l’antincendio. Ci vuole un veicolo per il signor Presidente. La vecchia Alfa 146? Il preventivo chiede settemila euro per ripararla: ha 230mila chilometri, la frizione ormai andata, la cinghia di distribuzione da rifare. «Tutti ‘stì soldi per riparare la 146? Meglio metterci qualcosa sopra e comprare un’altra macchina» ha sentenziato il signor presidente. E così è iniziata la ricerca.

Il signor presidente dell’indomita comunità montana di Arce (in liquidazione) ha dettato le linee guida. Innanzitutto parsimonia: ha preteso un’auto usata, con non troppi chilometri, ma comunque adeguata al rango presidenziale, di colore grigio metallizzato, di produzione italiana.

Gli hanno proposto una Mercedes in leasing. Neanche a parlarne: «è straniera». Stesso discorso per una presidenziale Audi A5: «Ho detto che deve essere italiana». In un concessionario del Nord hanno trovato una Thesis: «Non se ne parla, ce l’aveva Iannarilli». In un fienile di Fontana Liri gli hanno individuato una Alfa 166: poco usata, in buone condizioni, ad un prezzo modesto. Costa la metà di quanto si spenderebbe per riparare la 146. «Si può fare» ha decretato il presidente.

Ha un difetto. Non rispetta tutte le specifiche dettate: non è di colore griglio metallizzato. E’ blu notte. E adesso? «E se lo sa Alessioporcu.it è la fine».

Nessuno dica che il presidente Quadrini si è fatto l’auto blu. E’ l’auto blu ad inseguire Gianluca Quadrini.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright