Le perle vanno curate anche nel giardino più bello del mondo

L'iniziativa dei volontari che ha regalato un nuovo aspetto al giardino di Ninfa. Perché anche i giardini più belli al mondo hanno bisogno d'amore.

Lidano Grassucci

Direttore Responsabile di Fatto a Latina

Dicono che nelle notti brevi d’estate, quelle afose con le stelle, si sente lei dalla torre invocare amore. Dicono che la sua bellezza è incontenibile tanto che per specchiarsi ha bisogno di un lago dalle acque trasparenti che paiono inesistenti se non al suo vedersi. È così che dicono della Bella Ninfa, che ora per tutti è il giardino più bello del mondo.

Ma la bellezza ha bisogno di cure. Ha bisogno di essere amati non solo da quelli che vengono da ogni parte del mondo, ma anche da quelli che vivono in quel mondo.

Quelli che amano la Bella Ninfa

Hanno speso la loro domenica. Messo in campo la loro fatica, i loro mezzi e hanno pulito l’intorno ai giardini, hanno dimostrato concretamente che questo posto è bello per i fiori ma i fiori fanno belle anche le persone. Hanno tolto rovi, pulito muretti di contenimento, hanno dato al lago la sua aria e al posto l’idea di essere un giardino: il giardino non è una selva, non è il caso, è la natura vista nella bellezza che sa ricreare l’uomo.

Ninfa ha piante di ogni dove, coltivate da mani contadine come si deve, è umana. E anche l’intorno deve essere umano.

Leggo dell’iniziativa sulla pagina Facebook di Maria Simonelli e mi è piaciuto raccontare questa altra Ninfa, questo giardino umano. Per quelli che andranno ora a vedere le fioriture dentro il giardino c’è anche la possibilità di vedere la città che c’era da fuori le mura. E se siete fortunati, vedere la Bella Ninfa affacciarsi per specchiarsi. 

Armati di passione

A darsi appuntamento per quel gesto d’amore sono stati Francesco e Stefania Pica, Stefano Bottega, Alessandro, Rossano Callori, Riccardo, Andrea De Lellis, Gianluca Sarracino, Pietro Romani, Sabrina Giacobbe, Emanuela Sarracino. Con il sostegno del Comune di Cisterna è intervenuto il sindaco Valentino Mantini, il vicesindaco Maria Innamorato, il consigliere delegato all’ambiente Marco Capuzzo e per il Comune di Sermoneta Bruno Bianconi consigliere  delegato all’Ambiente.

È grazie a loro che da questa sera la Bella Ninfa sarà ancora più fatale nella sua bellezza

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright