Le primarie di Ottaviani e le manovre dei partiti

FOTO © STEFANO STRANI

Lega e Fratelli d’Italia rivendicheranno la candidatura a sindaco di Frosinone. Forza Italia non potrà stare a guardare. Il sindaco però non ha intenzione di scansarsi. Intanto le civiche cominciano a guardarsi intorno, a cominciare dal Polo di Gianfranco Pizzutelli.

Nicola Ottaviani non sembra affatto preoccupato perché non lo è. Non vuole per forza scegliere il suo possibile “erede”, non intende far tornare il centrodestra cittadino al… prima di lui. Quando c’erano soltanto divisioni, quando si perdeva regolarmente contro un centrosinistra minoritario ma più abile ad aggregare le liste civiche. Lui ha ribaltato quel concetto e adesso vuole mantenere la sua linea, che porta alle primarie.

Ma i Partiti del centrodestra le primarie le vogliono? No, non le vogliono.

FRANCESCO DE ANGELIS E NICOLA OTTAVIANI

Non le vuole la Lega, partito del quale Ottaviani fa parte. Francesco Zicchieri ha fatto capire bene che il Carroccio è pronto ad esprimere il prossimo sindaco di Frosinone. Magari Danilo Magliocchetti. Non le vuole Fratelli d’Italia: il senatore Massimo Ruspandini in ogni Comune sta facendo sentire il peso del suo Partito e nel capoluogo sta cercando di aggregare il più possibile. Assessori come Fabio Tagliaferri e Antonio Scaccia potrebbero guardare a Fratelli d’Italia. Forza Italia non può adeguarsi se gli alleati rivendicheranno la candidatura. Adriano Piacentini non resterà a guardare.

Ma Nicola Ottaviani, leghista, andrà avanti con le primarie. In ogni caso. Perfino se i partiti dovessero bocciarle, perché a quel punto avrebbe la forza tale per mettersi di traverso. Senza di lui il centrodestra non può vincere a Frosinone e Ottaviani lo sa. Non mancherà di far pesare questo fattore.

Gianfranco Pizzutelli, presidente nazionale del Polo Civico

Le liste civiche? Ce ne saranno, anche quelle di Ottaviani. Intanto però alcuni stanno riflettendo. Per esempio il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli, presente in vari Comuni della provincia di Frosinone. E in realtà amministrative diverse da Frosinone il Polo Civico guarda già al centrosinistra. Sulla base di programmi e di accordi locali. Gianfranco Pizzutelli ripete sempre che il movimento ha una dimensione e una vocazione civica. Le intese si fanno sui programmi.

Senza Nicola Ottaviani candidato sindaco sarà un altro centrodestra a Frosinone. I leader dei vari partiti sembrano non rendersene conto: senza le civiche è complicato vincere.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright