Lecce è quasi un tabù, ma Grosso vuole cambiare la storia per sognare

Al “Via del Mare” solo 2 vittorie per i giallazzurri in 65 anni di sfide. Sei i successi dei salentini e 4 pareggi, 28 reti subite e solo 9 segnate. Tredici anni fa la seconda ed ultima affermazione dei canarini guidati dal doppio ex Francesco Moriero. Tra i precedenti una finale playoff per la promozione in Serie B. La stagione scorsa 2-2 strappato nel finale

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Non è un tabù ma poco ci manca. A Lecce poche gioie per il Frosinone in 65 anni di sfide tra IV Serie di Eccellenza, Serie C e B. Solo 2 vittorie in 12 confronti a fronte di 6 successi dei salentini e 4 pareggi. Ventotto gol subiti ed appena 9 fatti. Bottino magro. Il secondo ed ultimo blitz dei canarini al “Via del Mare” risale addirittura al 2009. Insomma la gara di sabato si presenta ostica anche per tradizione.

Ma le statistiche sono fatte per essere cambiate e così il Frosinone avrà l’occasione anche per sfatare questo mezzo tabù. Non sarà facile tuttavia per la legge dei grandi numeri potrebbe essere la volta buona. Grosso incrocia le dita e studia la strategia vincente. Un successo in Salento sarebbe fondamentale nella volata finale.

Cinquantacinque anni fa il primo acuto

La serie dei confronti tra Lecce e Frosinone si è aperta nel 1957 nel campionato di IV Serie d’Eccellenza. In Puglia alla prima giornata i giallazzurri subirono una sconfitta pesantissima per 10-0, vittoria più rotonda della storia del Lecce alla pari di un derby col Bari 12 anni prima. Mattatore fu Mimmo Renna autore di 4 gol.

Dieci anni dopo in Serie C la rivincita del Frosinone di Amadei: 0-1 a Lecce con rete del centrocampista livornese Leardo Viacava al 70’. Per i ciociari una stagione triste culminata con la retrocessione in Serie D.

Nel 1972, sempre in C, vittoria del Lecce. Fino al 1975 giallorossi e giallazzurri si sono affrontati per 4 campionati di fila con 2 successi dei pugliesi e 2 pareggi.

Appuntamento in Serie B

Alberto Cavasin ai tempi del Frosinone

Lecce e Frosinone si ritrovano in B nel 2006-2007. I giallazzurri di Ivo Iaconi sono al primo anno tra i cadetti dopo la promozione ai playoff contro il Grosseto. Al “Via del Mare” vittoria netta dei padroni di casa (5-0) allenati da Papadopulo. Reti di Polenghi, Munari (doppietta), Valdez e Vascak.

Anche la stagione seguente la trasferta in Salento è amara: 3-0 per i giallorossi (Fabiano, Zanchetta ed Ariatti) che alla fine del torneo sono promossi in Serie A. Il Frosinone è guidato da un grande ex del Lecce qual è Alberto Cavasin.

Il capolavoro di Moriero

Un anno di pausa e le due squadre si rincontrano nel 2009-2010 sempre in B. A Lecce vincono a sorpresa i canarini per 3-1 in rimonta: dopo la rete di Baclet, doppietta di Calil e gol di Troianiello. E’ il Frosinone di Francesco Moriero, attuale ct delle Maldive (proprio giovedì ha compiuto 53 anni) leccese purosangue, cresciuto nel club giallorosso.

Luigi De Canio con Francesco Moriero

La formazione giallazzurra per metà campionato fa parlare di sé per il gioco spumeggiante, conquistando la vetta per la prima volta in Serie B. “Siamo rimasti nei piani alti della classifica per diverse giornate, avevo giocatori presi della Serie C e per il finale avevo voluto Stellone. Feci esordire Gucher”, ha ricordato Moriero in un’intervista.

Nel girone di ritorno la magia s’interrompe, il Frosinone crolla e rischia la retrocessione. Moriero a 4 giornate dalla fine viene sostituito da Guido Carboni. “Il Frosinone è un’ottima squadra – ha detto in un’intervista al Corriere dello Sport- Il presidente Stirpe ci tiene sempre a fare bella figura. A Lecce cercheranno di vincere per alimentare i sogni promozione. I giallorossi però possono contare sulla spinta del pubblico e poi Marco Baroni (è stato suo compagno di squadra e di stanza ndr) è un tecnico straordinario”.

Due pareggi gli ultimi confronti

Parzyszek in azione a Lecce la stagione scorsa

Nel 2013-2014 Lecce-Frosinone si sono contese fino ai playoff la promozione in Serie B. Nella stagione regolare in Salento si sono imposti i giallorossi grazie a Bogliacino e Beretta. Poi la famosa finale playoff. All’andata a Lecce 1-1: Papini e Gori.

Nel match di ritorno i ciociari si sono imposti per 3-1 ai supplementari, festeggando così il ritorno in B. Altro pareggio nell’ultimo incrocio la stagione scorsa. Un 2-2 strappato dai giallazzurri nel finale grazie al gol di Novakovich. Una partita rocambolesca: ciociari in vantaggio su rigore di Parzyszek, rimonta dei pugliesi con Adjapong e Mancosu. Proprio al 90’ il guizzo dello statunitense.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright