Il patto dell’amatriciana (di C. Trento)

Importante cena politica della Lega. Zicchieri annuncia che potrebbe candidarsi nel collegio di Terracina. Per il sindaco Nicola Ottaviani un’autostrada in direzione Camera. Ma si aprono spazi per tutti in provincia

Corrado Trento

Ciociaria Editoriale Oggi

Rigatoni all’amatriciana, innaffiati da un sapiente vino rosso Cesanese del Piglio. E come dolce una torta alla panna. Questo il menu della cena che si è svolta martedì sera all’Astor hotel. Organizzata dal deputato e coordinatore regionale della Lega Francesco Zicchieri.

Presente gran parte del gruppo del Carroccio di Frosinone, a cominciare dal sindaco Nicola Ottaviani. C’erano pure l’assessore comunale Rossella Testa e i consiglieri Domenico Fagiolo, Maria Rosaria Rotondi e Sara Bruni. Oltre a Franco Evangelista (Cassino) e Maurizio Berretta (Ferentino). Tra gli invitati anche Guido D’Amico, presidente nazionale di ConfimpreseItalia.

Francesco Zicchieri © Imagoeconomica, Stefano Carofei

Per quanto riguarda Frosinone, non c’erano il coordinatore cittadino Enrico Cedrone (per un impegno improrogabile) e il consigliere Carlo Gagliardi, il cui malumore politico all’interno del gruppo consiliare della Lega è evidente negli ultimi tempi.

L’annuncio importante è avvenuto da Francesco Zicchieri, il quale ha annunciato che con ogni probabilità alle prossime elezioni politiche concorrerà nel collegio uninominale di Terracina. Se non addirittura nel proporzionale. Il che significa due cose. La prima è che l’opzione di elezioni anticipate alla Camera e al Senato è in netta ascesa, perlomeno nelle sensazioni del Palazzo. La seconda è che si liberano “caselle” importanti sul territorio. Perché il 4 marzo 2018 Francesco Zicchieri fu eletto proprio nel collegio uninominale della Camera Nord di Frosinone.

Nomi non sono stati fatti, ma è chiaro che per il sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani adesso si apre un’autentica autostrada. Ormai ad un passo dal giro di boa (due anni, sei mesi e un giorno del secondo mandato da sindaco: passato questo termine non potrà ricandidarsi per il terzo), Ottaviani è in pole per una candidatura alla Camera.

Nicola Ottaviani Foto © Stefano Strani

Però se Zicchieri dovesse scendere in campo nel maggioritario a Terracina, allora si aprirebbero ulteriori spazi per candidature importanti in provincia di Frosinone. Tenendo presente altresì il collegio proporzionale del Senato.

Infine, Claudio Durigon: lui ormai è uno dei fedelissimi e degli uomini di punta del leader del Carroccio Matteo Salvini. Il tam tam delle indiscrezioni (autorevoli) lo dà come prima scelta per la candidatura alla presidenza della Regione Lazio.

Clima poco natalizio e molto da trincea politica quindi martedì sera all’Astor hotel. C’è un altro scenario infatti che andrebbe ad aprirsi. Ed è quello del Comune di Frosinone. Con Nicola Ottaviani candidato alla Camera si aprirebbe la partita della successione nel capoluogo. Si tratta di un tema che sta molto a cuore al Sindaco, intenzionato a portare a termine diversi progetti amministrativi in itinere. Alle europee alla fine decise di restare primo cittadino. Ma stavolta quella della Lega è una chiamata alle armi.

*

Leggi tutto su

Leggi tutto su

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright