Lega e FdI, si fa presto a dire ‘alleati’

Lega e Fratelli d'Italia, alleati fino a quando non c'è da contendersi i voti. Ed i grandi elettori. Come sta accadendo a Cassino. Dove Massimo Ruspandini spalanca le porte a chi intenda trasferirsi nel suo Partito

Massimo Gentile
Massimo Gentile

Sao ko kelle terre...

Giù dal Carroccio, ora vogliono tutti diventare… Fratelli. Nel centrodestra è iniziato il “travaso” e ora il Partito di Giorgia Meloni punta a diventare leader in provincia.

Il senatore Massimo Ruspandini non lo dice esplicitamente, ma è ben evidente che la battaglia tutta interna con i “cugini” della coalizione è ormai entrata nel vivo. Non è un caso che venerdì il senatore si è speso a Cassino al fianco del portavoce locale Angela Abbatecola e del vice segretario provinciale Gabriele Piacano per “celebrare” con una conferenza stampa l’ingresso di Chiara Trotta in Fratelli d’Italia.

Chiara Trotta è una giovane ha soli 27 anni ed ha deciso di impegnarsi in politica nel campo del centrodestra. Ma il motivo vero per cui Ruspandini ha voluto mettere il sigillo all’operazione è che Chiara Trotta è stata sottratta alla Lega: alle scorse comunali ha ottenuto oltre 250 vote nelle fila del Carroccio e se Mario Abbruzzese avesse vinto le elezioni oggi siederebbe in Consiglio comunale.

da sinistra Angela Abbatecola, Massimo Ruspandini, Chiara Trotta e Gabriele Picano

Nel corso della conferenza stampa il senatore si è sforzato di dire che gli avversari di FdI sono nel campo del centrosinistra e che così come predica Giorgia Meloni bisogna recuperare voti dal M5S perchè un semplice “travaso” dalla Lega non dà lo slancio in più alla coalizione.

Ma poi, incalzato dai cronisti sui rapporti di forza con gli alleati, non ha certo nascosto le velleità: “In Ciociaria – ha sottolineato – Fratelli d’Italia è ben oltre le percentuali nazionali, nel Nord nella provincia si supera la soglia del 13%. Cassino? Beh qui le potenzialità sono immense e a noi non manca niente per diventare il primo partito in città“.

Mario è il passato

Cassino è però il feudo di Mario Abbruzzese che, seppur zoppicante, in città continua comunque ad avere un consenso notevole.

Non è così per Massimo Ruspandini, che liquida l’ex presidente del Consiglio regionale in poche battute: “Con tutto il rispetto per Mario, ma lui rappresenta il passato. Chi ha già dato è ora che faccia un passo indietro, Chiara Trotta è la migliore risposta che diamo oggi ad Abbruzzese“.

Cosa ha spinto il senatore a tanto ottimismo? Davvero FdI è in grado di annientare gli “abbruzzesiani” e dominare sul Partito del Capitano? Da quel che accade dietro le quinte sembrerebbe proprio di si.

Dal Carroccio è sceso infatti l’ex presidente dell’ordine degli avvocati Giuseppe Di Mascio, una vita a destra, che ha già bussato ai piani alti di FdI. Ma non è il solo. Contatti sarebbero intervenuti soprattutto con gli uomini di “Liberi e Forti” ovvero Carlo Maria D’Alessandro, Benedetto Leone e Carmine Di Mambro.

Per ora vengono tenuti però tutti ai box. Ruspandini avrebbe infatti chiesto al coordinatore cittadino Angela Abbatecola ed a Gabriele Picano di attivarsi per formare un gruppo in Consiglio comunale: contatti sono in corso con la consigliera eletta nelle fila di Forza Italia Francesca Calvani.

Obiettivo Lega

Dall’alto, i consiglieri della Lega Franco Evangelista e Michelina Bevilacqua. In primo piano Mario Abbruzzese (Cambiamo / Lega) e Francesca Calvani (Forza Italia)

Ma si punta a dividere anche la Lega: per la felicità di Franco Evangelista la sua collega Michelina Bevilacqua potrebbe finalmente lasciargli campo libero. Ma in questo caso i contatti si sono interrotti. Quando Abbatecola e Picano hanno prospettato questo ingresso, Ruspandini avendo visto i risultati elettorali ha detto che preferirebbe portare nel Partito Franco Evangelista (che ha incassato oltre 450 preferenze) e lasciare ai cugini leghisti Michelina Bevilacqua.

I due leghisti per caso sono di fatto già divisi tra loro. E questa sera si presentano in Consiglio comunale come due sconosciuti: il capogruppo con una interrogazione sulla rete del gas, la collega che invece incalza la maggioranza su turismo religioso e parcheggi a pagamento.

Fratelli d’Italia non ha suoi rappresentati in Aula e vuole portare nel Partito un consigliere per non essere costretto a rivolgersi a Mario Abbruzzese ogni qualvolta si vogliono affrontare temi amministrativi.

Sul punto il senatore Ruspandini è stato chiaro con i referenti sul territorio. Se infatti in un primo momento ha spiegato che c’è bisogno di forze fresche, nel corso della conferenza ad esplicita domanda di un cronista se ci fossero contatti in corso con consiglieri di opposizione di centrodestra Ruspandini ha subito silenziato la coordinatrice Abbetecola. “Questo Partito non è la fiera delle occasioni” ha risposto la portavoce, ma subito il senatore l’ha stoppata: “Se ci sono questi consiglieri che vogliono entrare, magari…“.

Tutti gli altri possono aspettare, a partire da Di Mascio e D’Alessandro che da quel che trapela non sarebbero molto graditi ai vertici locali e provinciali di Fratelli d’Italia.

Rigenerazione Dem

Il sindaco Enzo Salera con i Giovani Democratici

E mentre il centrodestra ricompone i cocci e cerca nuovi equilibri, il centrosinistra viaggia spedito e già forma la nuova classe dirigente.

Ieri pomeriggio si è svolto il congresso dei Giovani Democratici: il nuovo segretario, che va a prendere il posto di Filippo Massa, è Matteo D’Aliesio. Vicinissimo al segretario in pectore della Federazione provinciale del Pd Luca Fantini, ma soprattutto molto vicino all’amministrazione comunale di Cassino.

Non è un caso che al congresso ha preso parte come ospite anche il sindaco Enzo Salera. Un messaggio di attenzione e rispetto nei confronti dei GD che gli consente di portare a casa un altro successo diplomatico. Il segnale di Enzo Salera è che vuole confrontarsi con il Pd: ma con la nuova generazione e non con quella che ha spaccato il Circolo di Cassino due volte sulla scelta del candidato sindaco.

Nel congresso di ieri un ruolo importante è stato giocato da Arianna Volante, la consigliera del Pd (in quota Gd) che nonostante la sua giovane età sta già dimostrando di avere doti politiche. Anzitutto grazie ai contatti con l’associazione “Primavera Studentesca ha aperto un ponte tra amministrazione ed università come mai prima d’ora e in secondo luogo, insieme anche ad Achille Migliorelli jr. e a tutto il gruppo dei giovani di sinistra, ha messo a disposizione dell’amministrazione comunale di Cassino un “esercito” non indifferente. Composto da ragazzi che con passione e abnegazione fanno una narrazione completa.

L’intervento di Achille Migliorelli jr.

La querelle tra il rappresentante degli studenti Achille Migliorelli e il senatore Massimo Ruspandini all’inaugurazione dell’anno accademico è qualcosa che solo pochi anni fa era difficile da immaginare. (leggi qui Scontro sindaco – senatore sull’università. “Faziosi”. “Lui bruciava libri”).

Altro che fine delle ideologie come qualcuno credeva, o sperava. Sono vive e vegete le ideologie, soprattutto a sinistra. Soprattutto a Cassino.