Lega e Forza Italia accelerano sulla federazione per isolare Fratelli d’Italia

Antonio Tajani e Matteo Salvini verso la Federazione. Che sbarrerebbe il passo a Giorgia Meloni. Le conseguenze sui territori come il Lazio

Forza Italia e Lega hanno come obiettivo una federazione per rafforzarsi reciprocamente all’interno del centrodestra e provare a ridimensionare Fratelli d’Italia. L’ultimatum di Giorgia Meloni non è piaciuto né a Matteo Salvini né a Silvio Berlusconi, che sta preparando la due giorni di Napoli del 20 e 21 maggio, L’Italia del Futuro.

Ma intanto le parole del coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani, in risposta alla leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, sono state indicative.

Ha detto Tajani: “Noi cerchiamo di andare avanti per la nostra strada, senza fare polemiche e non cerchiamo di guardare la pagliuzza negli occhi degli altri, ma chi guarda la pagliuzza negli occhi degli altri deve poi anche vedere se c’è la trave nei propri. Noi vogliamo vincere come centrodestra, Berlusconi è stato l’unico leader di centrodestra che ha fatto vincere la coalizione non guardando ai propri interessi di partito. Quante volte Berlusconi ha ceduto spazi agli alleati per far vincere la coalizione? Ecco, un leader di una coalizione deve fare questo, si è leader se si è in grado non tanto di prendere voti per il proprio partito ma se si è in grado di far vincere la coalizione”.

Quanto vale la federazione

Giorgia Meloni (Foto: Paolo Cerroni © Imagoeconomica)

 Una critica esplicita a Giorgia Meloni e a Fratelli d’Italia, che conferma come gli “azzurri” abbiano un’impostazione diversa.

Il centrodestra che ha in mente Silvio Berlusconi si basa su  una forte intesa con la Lega di Matteo Salvini, specialmente alle elezioni politiche. C’è la convinzione che il sistema elettorale non cambierà e quindi il centrodestra ha l’interesse a procedere unito. Ma con una federazione tra Lega e Forza Italia la suddivisione dei collegi maggioritari sarebbe diversa. Anche perché bisognerebbe stabilire il metodo.

Per stessa ammissione di Giorgia Meloni, i rapporti tra lei e Matteo Salvini sono fermi a tre mesi fa. Troppo tempo. Inoltre anche nel Lazio la situazione del centrodestra non è idilliaca.

Il rischio sui territori

Alla Regione Lazio Fratelli d’Italia e Lega viaggiano su binari diversi e non sarà semplice trovare un candidato alla presidenza condiviso per il dopo Zingaretti.

Tra l’altro i passaggi da un campo all’altro di queste ultime settimane hanno messo in discussione i rapporti tra i due principali alleati. Ci sono state fughe dalla Lega a FdI e da FdI verso la Lega.

Il centrodestra avrebbe bisogno di una specie di rifondazione dell’alleanza. Ma la Lega e Forza Italia non hanno fretta e lavorano alla federazione. Per isolare i Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright