Lega e Lista Ottaviani, Petricca blinda i fragili equilibri di maggioranza

Foto: copyright A.S.Photo by Andrea Sellari

Fitta rete di telefonate dopo l'anticipazione fatta da Alessioporcu.it sul passaggio di Petricca e Sementilli alla Lega. La necessità di blindare la maggioranza Ottaviani. Il rischio che saltino gli equilibri. La posizione di Petricca.

Le simpatie per i partiti ed i movimenti nazionali, dentro l’area di centrodestra, sono assolutamente normali, come avviene per chi vota Forza Italia, Fratelli d’Italia e naturalmente anche la Lega. Ma al Comune di Frosinone, con l’assessore Sementilli, continuiamo a lavorare all’interno della lista Ottaviani, per attuare il programma del nostro Sindaco, mantenendo le distanze dalle precostituite strumentalizzazioni di chicchessia”.

Così Alessandro Petricca, consigliere comunale di Frosinone su Facebook. Una presa di posizione che denota intelligenza politica, correttezza, lealtà e, soprattutto, senso di maggioranza. Quella di centrodestra naturalmente. Perché dopo l’anticipazione di alessioporcu.it sul fatto che il consigliere Alessandro Petricca e l’assessore Valentina Sementilli nelle prossime ore ufficializzeranno l’adesione alla Lega (leggi qui Sementilli-Petricca alla Lega: terremoto in vista nella maggioranza a Frosinone), nella maggioranza di centrodestra si è scatenato il finimondo. Con telefonate a raffica da una parte e dall’altra.

Se c’è uno scenario che preoccupa il sindaco Nicola Ottaviani, è quello di un cambiamento degli equilibri nella maggioranza e, soprattutto, nei gruppi consiliari. Il fatto stesso che ad inizio mandato abbia definito tempi e modi per una staffetta è indicativo. Petricca ha evidentemente voluto tranquillizzare tutti, pur lasciando intendere che il passaggio alla Lega ci sarà. Anzi, c’è già stato.

 

Restano però alcune domande. Se Nicola Ottaviani si candiderà alle politiche o alle europee (magari proprio nella Lega), come verrà attuata la staffetta?

Nel centrodestra tutti lavorano per attuare il programma di Ottaviani, anche la Lega.

All’interno del consiglio comunale, al di là dei gruppi, la situazione è cambiata rispetto ad un anno fa e non c’è nulla di strano. Probabilmente per “vedere” bene i nuovi schieramenti bisognerà attendere le candidature alle elezioni provinciali, quando saranno chiari i Partiti di appartenenza.

Resta il fatto che la Lega cresce al Comune di Frosinone e gli alleati, Forza Italia e Fratelli d’Italia, sono preoccupati. Evidentemente non è semplice neppure per Ottaviani mantenere equilibri fragili e delicati. Ma è chiaro chi, anche nei gruppi civici, fa riferimento a Forza Italia e alla Lega.

Non si tratta di strumentalizzazioni, ma di separazione tra profilo formale e sostanziale, tra lista civica e partito. Un’operazione necessaria per mantenere gli equilibri, ma che proprio per questo evidenzia la fragilità della maggioranza, tenuta insieme soltanto dal carisma di Nicola Ottaviani, il quale preferisce una maggioranza larga e civica.

Quanto alla Lega, fra due mesi vedremo quale sarà il gruppo consiliare.

 

°
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright