I dubia di Fagiolo. «Non serve un Movimento alla Lega». «Borrelli? Inopportuno»

FOTO: COPYRIGHT GIORNALISTI INDIPENDENTI

Il vice coordinatore della Lega contro il consigliere comunale di Alatri. "Della Lega deve parlare solo nel Partito". Il Gruppo? "Pensi a lasciare ApA". Il Movimento di Ottaviani? "Alla Lega non servono movimenti"

Domenico ‘Mimmo‘ Fagiolo è l’anima verace della Lega in provincia di Frosinone. Il nucleo intorno al quale si è costruito, poco alla volta, il fenomeno del Carroccio nel capoluogo. C’è lui dietro molte delle operazioni che, poco alla volta, hanno fatto in modo che la Lega diventasse il Gruppo consiliare più numeroso in consiglio comunale a Frosinone.

Ora arriva anche il sindaco, Nicola Ottaviani: le rimproveravano uno scarso ‘calore’ nei giorni scorsi quando il passaggio tardava ad essere annunciato.

Nicola Ottaviani è un valore aggiunto.

Il suo ingresso nella Lega cambierà gli equilibri?

No, non cambierà gli equilibri interni: Nicola è una persona corretta.

Come si concilia la Lega con il Movimento Italia presentato da Ottaviani? Al momento della presentazione a Montecitorio c’è stata molta freddezza.

La Lega è una cosa sola. Non conosco il Movimento di Nicola Ottaviani né chi ne faccia parte, né cosa voglia fare. Sento parlare di ‘ala moderata’: ma la Lega ha la sua bandiera, la sua linea politica ben definita da Matteo Salvini, siamo una forza assolutamente moderata. Non credo che la Lega abbia bisogno di altri Movimento interni per ribadire la sua moderazione.

Alle Provinciali avete silurato Mosticone per tutelare l’elezione dei candidati di Frosinone?

Non conosco il quadro, se ne sono occupati altri e non mi esprimo su cose che non conosco.

A Cassino avete determinato la crisi di un’amministrazione di centrodestra ma ora siete al tavolo con quelle stesse persone che avete fatto cadere. Come si spiega?

Vale la risposta di prima.

Dicono che lei si sia irritato leggendo le dichiarazioni rilasciate dal consigliere comunale di Alatri Gianluca Borrelli.

(leggi qui E adesso Borrelli lancia Addesse come candidato sindaco). Il consigliere Gianluca Borrelli deve parlare di questioni riguardanti la Lega solo ed esclusivamente all’interno del Partito.

Perché non realizzate il gruppo consiliare anche ad Alatri?

Sarebbe auspicabile che prima di parlare di Gruppo consiliare, Consiglio comunale, addirittura di candidati sindaco della Lega, Gianluca Borrelli si dimettesse dal gruppo consiliare APA del quale a tutt’ora è capogruppo per, poi aderire al gruppo Misto e di seguito formalizzare così il Gruppo Lega ad Alatri.

A quel punto chi sarebbe il capogruppo?

Il capogruppo della Lega sarà indicato dal Partito e non sarà frutto di alcuna trattativa politica.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright