Lega, il piano di Ottaviani per diventare il nuovo Zicchieri

Il sindaco di Frosinone sta portando nel partito le sue “battaglie”: la stazione Tav, il collegamento veloce con Roma, il no al trattamento dei rifiuti della Capitale. Approfittando del fatto che il Carroccio non ha temi propri in Ciociaria.

Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani costruì la sua conferma anche grazie ad una campagna politica sul tema dell’acqua, quando andò allo scontro con Acea Ato 5, riuscendo a far votare in assemblea dei sindaci l’inizio dell’iter di risoluzione con il gestore. Poi la storia andò diversamente, il gestore è rimasto saldamente al suo posto e il centrodestra ha collezionato diverse sconfitte in sede di assemblea dei sindaci. Ma ciò non toglie che era stato individuato un argomento forte da parte di Ottaviani. E infatti alle elezioni comunali fece il vuoto.

NICOLA OTTAVIANI IN UNA RIUNIONE DELLA LEGA

Oggi Nicola Ottaviani è nella Lega e sta scalando il Partito. Quando Francesco Zicchieri se ne accorgerà potrà fare ben poco. Ma in ogni caso il punto del ragionamento è un altro. Il Carroccio è il primo partito in Italia, anche se in calo vistoso. Negli ultimi tempi ha scelto la strada delle adesioni di tanti ex di Forza Italia: non solo Nicola Ottaviani, ma il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli, quello comunale di Frosinone Danilo Magliocchetti. Perfino di Mario Abbruzzese, anche se nessuno lo ufficializza non si capisce perché. E’ il segreto di Pulcinella. (leggi qui Ora chiamatela Forza Lega: è arrivato pure Magliocchetti).

Esistono però dei temi di questa provincia che possono rappresentare dei cavalli di battaglia per la Lega? Esistono, ma il fatto è che li sta portando avanti il sindaco Nicola Ottaviani. Sono i suoi cavalli di battaglia: la fermata dell’Alta Velocità, il progetto della stazione della Tav a Frosinone (non tra Supino e Ferentino), la lotta al trattamento dei rifiuti di Roma, il collegamento veloce con la Capitale.

OTTAVIANI CON FRANCESCO ZICCHIERI

La Lega in questi anni non ha portato avanti alcun tema locale in Ciociaria. Nessun argomento realmente caratterizzante: non sull’economia, non sulla visione istituzionale, non sui servizi, non sulle politiche ambientali, tema invece cavalcato dai Fratelli d’Italia di Massimo Ruspandini. Ora ci sono le “battaglie” di Nicola Ottaviani, che però hanno un taglio poco leghista e molto governativo. Da Forza Italia di un tempo insomma. Che poi è esattamente quello che Ottaviani intende fare: spostare l’asse della Lega al centro, evitando di parlare soltanto di immigrazione e sicurezza.

È così che il sindaco di Frosinone vuole prendersi il partito in Ciociaria. Francesco Zicchieri dovrà fare i conti con lui.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright