Legge elettorale, l’accordo regge: la Commissione vota

L’accordo regge. E già durante la giornata passerà all’esame del voto. La Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati ha ripreso i lavori in mattinata. Sta esaminando le correzioni da apportare al testo della nuova legge elettorale: quella con la quale rinnoveremo Camera e Senato la prossima volta che andremo alle urne.

La Commissione sta esaminando e votando le oltre 700 proposte di correzione. Ma nella sostanza sono tre i punti chiave, sui quali anche oggi continua a reggere l’accordo che vede insieme Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Lega e Forza Italia. Emendamenti e sub emendamenti verranno approvati o bocciati in base al fatto che vadano o meno a costruire, tassello dopo tassello, quei tre aspetti.

Per avere chiara la situazione bisogna ricordare due concetti: la Circoscrizione (è in linea di principio un insieme di province) ed il Collegio (è in linea di principio un insieme di Comuni).

Nella formulazione definita in mattinata è stato stabilito che in ciascuna Circoscrizione saranno eletti prima i vincitori dei collegi. Solo dopo verranno pescati i nomi inseriti nel listino che accompagna il candidato nel Collegio: un listino bloccato, uguale in tutta la circoscrizione, senza preferenze, dal quale si entra in ordine di comparizione.  Nel nostro caso la Circoscrizione è composta dalle province di Frosinone – Latina – Rieti e Viterbo.

L’altro punto chiave su cui si è raggiunto l’accordo è quello introdotto con l’emendamento Ferrari. Si tratta della correzione che cancella la prima formulazione dei Collegi: quella che vedeva Ceccano eleggere il deputato con Aprilia, lasciava spazio a Cassino unita nel collegio con Gaeta. (leggi qui i precedenti)

Confermata l’anticipazione fatta nelle ore scorse da Alessioporcu.it. Vengono rispolverati i vecchi collegi del Mattarellum usati nel 1994 per eleggere il Senato. Ma adesso verranno utilizzati per eleggere la Camera dei Deputati. In pratica: il Mattarellum nel ’94 prevedeva che la Provincia di Frosinone fosse divisa in due Collegi per il Senato: Frosinone Nord (Frosinone, Anagni, Alatri) e Frosinone Sud (Cassino – Sora).

Quei due collegi – dice l’intesa tra Pd, M5s, Lega e Fi – ora invece verranno usati per eleggere un deputato a Frosinone ed un Deputato a Cassino. Più quelli che verranno pescati dal listino circoscrizionale, in base ai voti ottenuti dalla lista, nell’intera Circoscrizione.

E per il nuovo Senato? Resiste ancora l’ipotesi di creare collegi che coincidano con il territorio della Provincia. Nel Sud del lazio pertanto verrebbero eletti un senatore per la Provincia di Frosinone ed uno per la provincia di Latina.

Resta confermato che si tratta di collegi di salvaguardia. Cosa significa. La settimana entrante la Commissione Affari Costituzionali approva il testo. Che a quel punto passa alla Camera per essere votato. Poi va al Senato per ottenere anche lì l’approvazione. Una volta approvato, il testo assegna 45 giorni al Governo per definire i Collegi con i Comuni. Solo nel caso in cui il governo Gentiloni dovesse cadere, se non si riuscisse a formare un nuovo governo e si dovesse andare a nuove elezioni, allora ci sarebbero già pronti i collegi di salvaguardia definiti nel testo della legge.

In base a quel testo, i collegi di salvaguardia sono composti come segue.

 

COLLEGIO FROSINONE NORD

Acuto,  Alatri,  Amaseno,  Anagni,  Arnara,  Boville Ernica,  Castro dei Volsci,  Ceccano,  Collepardo,  Ferentino,  Filettino,  Fiuggi,  Frosinone,  Fumone,  Giuliano di Roma, Guarcino,   Morolo,  Paliano,  Patrica, Piglio, Pofi, Ripi, Serrone, Sgurgola, Supino, Torre Cajetani, Torrice, Trevi nel Lazio, Trivigliano, Vallecorsa, Veroli, Vico nel Lazio, Villa Santo Stefano.

 

COLLEGIO FROSINONE SUD

Acquafondata,  Alvito,  Aquino,  Arce,  Arpino,  Atina,  Ausonia,  Belmonte Castello,  Broccostella,  Campoli Appennino,  Casalattico,  Casalvieri,  Cassino,  Castelliri, Castelnuovo Parano,  Castrocielo,  Ceprano,  Cervaro,  Colfelice,  Colle San Magno,  Coreno Ausonio,  Esperia,  Falvaterra,  Fontana Liri,  Fontechiari,  Gallinaro,  Isola del Liri,  Monte San Giovanni Campano, Pastena,  Pescosolido, Picinisco, Pico, Piedimonte San Germano, Pignataro Interamna, Pontecorvo, Posta Fibreno, Rocca d’Arce, Roccasecca, Sant’Ambrogio sul Garigliano, Sant’Andrea  del  Garigliano, Sant’Apollinare, San Biagio Saracinisco, San Donato Val Comino, Sant’Elia Fiumerapido, San Giorgio a Liri, San Giovanni Incarico, Santopadre, San Vittore del Lazio, Settefrati, Sora, Strangolagalli, Terelle, Vallemaio, Vallerotonda, Vicalvi, Villa Latina, Villa Santa Lucia, Viticuso.

 

IL COLLEGIO DEL SENATO

Acquafondata,  Acuto,  Alatri,  Alvito,  Amaseno,  Anagni,  Aquino,  Arce,  Arnara,  Arpino,  Atina,  Ausonia,  Belmonte castello,  Boville Ernica,  Broccostella,  Campoli Appennino,  Casalattico,  Casalvieri,  Cassino,  Castelliri,  Castelnuovo Parano,  Castrocielo,  Castro dei Volsci,  Ceccano,  Ceprano,  Cervaro,  Colfelice,  Collepardo,  Colle San Magno,  Coreno Ausonio,  Esperia, Falvaterra, Ferentino,  Filettino,  Fiuggi,  Fontana Liri,  Fontechiari,  Frosinone,  Fumone,  Gallinaro,  Giuliano di Roma,  Guarcino,  Isola del Liri,  Monte San Giovanni,  Morolo,  Paliano,  Pastena,  Patrica, Pescosolido, Picinisco, Pico, Piedimonte San Germano, Piglio, Pignataro Interamna, Pofi, Pontecorvo, Posta Fibreno, Ripi, Rocca d’Arce, Roccasecca, S. Ambrogio sul Garigliano, S. Andrea  del  Garigliano, Sant’Apollinare, San Biagio Saracinisco, San Donato Valcomino, Sant’Elia Fiumerapido, San Giorgio a Liri, San Giovanni Incarico, Santopadre, San Vittore del Lazio, Serrone, Settefrati, Sgurgola, Sora, Strangolagalli, Supino, Terelle, Torre Caietani, Torrice, Trevi nel Lazio, Trivigliano, Vallecorsa, Vallemaio, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Vico nel Lazio, Villa Latina, Villa Santa Lucia, Villa Santo Stefano, Viticuso.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright