Linee continue, il campanile, giallo e blu per Stefano Pizzutelli

Il grafico ha ottenuto il via libera, il modello è approvato. Ora basterà un cenno e partirà la stampa con i manifesti di Stefano Pizzutelli per iniziare la campagna elettorale in vista delle comunali di Frosinone.

L’ex consigliere comunale, già revisore dei conti comunali, figlio dell’ex assessore regionale socialista Vincenzo. Sta mettendo a punto anche il comunicato con cui presentare ufficialmente il simbolo del suo schieramento “Frosinone in Comune“.

Tra gli appunta emerge che i colori «sono il giallo e il blu predominanti, come le nostre anime».

«Abbiamo voluto dare un segnale di innovazione utilizzando delle linee nette con evidente richiamo alla modernità (…) linee non spezzate, tenendo unito il tratto, proprio a significare la volontà di considerare la nostra città un tutt’uno e non un agglomerato scomposto di quartieri».

Il gruppo di amici che sostiene il commercialista frusinate ha proposto lo slogan ‘Disegniamo la nostra città‘, «che dà il senso di ciò che si vuole fare lasciando spazio al sogno, perché quando si disegna bisogna stare attenti a non impiastricciare il foglio o la tela affinché tutti possano ammirare e beneficiare e godere dell’opera compiuta”. Per disegnare ci vuole inoltre “pazienza e sensibilità: tratto dopo tratto, pezzetto dopo pezzetto il disegno prende forma».

E infine uno dei messaggi chiave di questa campagna elettorale. «Non tutti possiedono questo dono innato ma il disegno, come ogni disciplina, si può allenare. Noi siamo qui per imparare a farlo insieme, ognuno con il proprio pezzetto».

.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright