L’insolito destino parallelo che unisce Ottaviani e Pompeo

Il sindaco di Frosinone dovrà far vincere la Lega alle comunali e schivare i colpi interni. Il presidente della Provincia dovrà puntare su Base Riformista ma stare attento alle strategie di Mauro Buschini.

Sindaco di Frosinone e coordinatore provinciale della Lega il primo. Sindaco di Ferentino, presidente della Provincia e leader della minoranza interna del Pd il secondo. Sono Nicola Ottaviani e Antonio Pompeo.

Per entrambi il 2021 sarà fondamentale per quanto riguarda il percorso futuro. Forse anche decisivo. Nicola Ottaviani dovrà cercare di ottenere risultati importanti per la Lega alle prossime elezioni comunali. Soprattutto ad Alatri e Sora. Cercando di mantenere l’unità del centrodestra, ma non ad ogni costo.

Perché se questo sarà impossibile, se Fratelli d’Italia dovesse ancora optare per il modello Terracina, allora la Lega potrebbe provare altre strade. L’importante però è ottenere risultati significativi. Magari l’elezione di qualche sindaco. Oltre che dei consiglieri. Per poi tentare di far segnare un risultato positivo alle provinciali, quando al voto andranno gli amministratori. I sindaci e i consiglieri comunali.

Pasquale Ciacciarelli

Naturalmente non mancheranno gli ostacoli interni, come in ogni grande Partito che si rispetti. Il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli farà la sua partita. Non necessariamente per contrastare la linea di Ottaviani, ma per portare avanti le proprie strategie. Non è un caso che Ciacciarelli sia sempre più presente su Roma e si stia creando uno spazio nella Capitale attraverso la Commissione Cultura che presiede in Regione. E che gli dà molte occasioni di contatto con i bacini elettorali capitolini. (Leggi qui Le Regionali contano già più delle politiche. E tutti i big…).

Sarà sicuramente una partita da valutare con attenzione, perché poi nel 2022 si vota al Comune di Frosinone e in quell’occasione veramente Nicola Ottaviani si giocherà tutte le carte per una eventuale candidatura alla Camera. Perché l’obiettivo del sindaco di Frosinone resta questo.

Il Pompeo parallelo

Antonio Pompeo

Anche Antonio Pompeo ambisce ad una candidatura parlamentare. È al secondo mandato sia come sindaco di Ferentino che come presidente della Provincia. Le sue possibilità sono legate ai rapporti interni al Pd, alla capacità di interagire con l’area di Francesco De Angelis, Pensare Democratico. In particolare con il presidente del consiglio regionale del Lazio Mauro Buschini, poco intenzionato a lasciare spazi a Pompeo.

Il presidente della Provincia dovrà giocarsi  benissimo le sue carte nella componente Base Rifiormista. Non soltanto a Roma, ma pure sul territorio. Quindi alle comunali. E alle provinciali.

Non esiste un’altra strada.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright