Lo Iannarilli della domenica: “Cosilam in crisi per colpa dei marchettoni”

Non riesce a rassegnarsi a fare il pensionato. La politica gli ha dato tanto: consigliere ed assessore regionale, deputato, presidente di Provincia e coordinatore di Partito. Poi, più nulla. Nemmeno consigliere comunale. E’ il reflusso dice lui: in pratica, dopo un periodo trascorso al governo chiunque diventa valvola di sfogo per il malcontento della gente. Anche se si chiama Antonello Iannarilli. In Forza Italia adesso sta in minoranza. Punta sulla Sanità (sta realizzando un poliambulatorio). E continua a sognare di fare il sindaco nella sua città. Soprattutto, continua ad attaccare a testa bassa come se fosse ancora al governo. Ecco una sintesi delle sue riflessioni mattutine affidate alla pagine Facebook nelle quali si diverte a commentare.

Amministrazione Ottaviani
A Frosinone si cambiano assessori sia per il turnover che per riequilibrare settimanalmente una maggioranza ormai allo sbando totale. Un consigliere eletto (Enrico Straccamore) con 500 voti viene mandato a casa mentre mentre altri, non eletti, fanno gli assessori: tutto questo non può essere considerato ‘rispetto del voto popolare’. Sono convinto che alla prossima tornata elettorale la gente darà una bella lezione Ottaviani.

Il Partito, in tutto questo?
Ma il partito provinciale ‘ndo stà? Lo scordinatore si è perso. Ma il sindaco di Frosinone non è di Forza Italia? O ha cambiato di nuovo Partito? Vedo un leggero caos… E lo tsunami deve ancora arrivare. Basta avere pazienza.

La politica sceglierà il nuovo presidente del Cosilam: la spunteranno gli industriali, approfittando delle spaccature nella politica?
Forse sarebbe opportuno che sul Cosilam ci lavorasse un po’ la procura della Repubblicsa. Ed anche sul Consorzio di Bonifica.

Cosa scoprirebbe la magistratura?
Assunzioni fuori dalla norma e nepotismo. Appalti poco chiari in tutti e due gli enti. Il Consorzio, ad esempio, è obbligato dalla legge a farlo ma non pubblica gli atti, dico nessun atto (NdA: l’argomento fu oggetto di un serrato confronto televisivo tra l’ex deputato ed il presidente del Consorzio, nel corso del quale emerse che gli atti erano sul sito; ma per l’ex deputato si trattava di atti parziali e comunque molto vecchi; ciascuno rimase della sua opinione) e sul Cosilam ricordo che già tempo fa uscì una polemica sulle assunzioni e l’assegnazione degli incarichi legali e professionali: marchettoni. Altrimenti perché credi ci sia tanto interesse: la gente ha famiglia.

Grazie, mi serviva un titolo…
E te l’ho dato apposta. Prova pero ad andare sui siti dei due enti e verifica quello che pubblicano… Niente.

Ipse dixit. Il sito Alessioporcu.it?
Continua così. Ma fino a quando ti lasceranno fare?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright