L’offensiva del Pd su ambiente, scuola e sanità

Il Campo largo è il punto di partenza, ma De Angelis, Buschini, Battisti e Fantini stanno cercando di recuperare il rapporto con i “mondi” di riferimento. Cominciando dalla predisposizione della lista per le comunali di Frosinone.

Il Campo largo va bene, ma Francesco De Angelis ha iniziato un’operazione più ampia e capillare a Frosinone, cercando di ricostruire dei rapporti che il centrosinistra ha perso di vista negli ultimi dieci anni. Ieri ha partecipato al convegno di Legambiente sulla proposta di realizzare un Parco solare all’aeroporto: è stato un modo per far capire che c’è l’attenzione del Pd su un tema, quello ambientale, che ha fatto la fortuna della sinistra alle presidenziali francesi. I giovani sembrano molto interessati.

Il Campo largo non era facile da costruire, eppure adesso dalla stessa parte dei Democrat ci sono i Cinque Stelle, Articolo Uno, Italia Viva, Demos e anche civiche come quelle di Domenico Marzi, Michele Marini, Stefano Pizzutelli e Luigi Vacana. La sinistra si è ritrovata in una coalizione e in un progetto.

Rapporti da spolverare

Sara Battisti e Mauro Buschini

Ma adesso bisogna assolutamente riprendere i rapporti con mondi trascurati per anni: con i sindacati, con la scuola, con i rappresentati dell’agricoltura, dell’artigianato e della piccola e media impresa.

Francesco De Angelis sta partecipando a tutti i convegni. Molto attivo anche Mauro Buschini: il consigliere regionale ha immediatamente cavalcato la questione del riconoscimento di Monumento naturale dello Schioppo. Un argomento sentito. Mentre il segretario provinciale Luca Fantini è da oltre un anno che sta cercando di riannodare tutti i fili. Sara Battisti, vicesegretario regionale del partito, è attentissima sulla tematica della Sanità.

Il Partito Democratico ha capito che il radicamento nella società non può avvenire se non si recuperano quei rapporti. Per questo la lista per le comunali sarà molto forte e rappresentativa. Gente come Angelo Pizzutelli, Fabrizio Cristofari e Norberto Venturi ha sempre dimostrato di avere consenso e di saper penetrare nell’elettorato del capoluogo. Accanto a loro ci saranno molti altri candidati in grado di ottenere parecchi voti.

Fasce da recuperare

Foto: Carlo Lannutti / Imagoeconomica

Se il centrodestra ha vinto due volte consecutive amministrando per dieci anni il capoluogo, è perché ha saputo interpretare i bisogni dei cittadini di Frosinone. Lo ha fatto convincendo fasce di elettorato che in passato avevano votato per il centrosinistra.

Nicola Ottaviani ha sempre guardato alla scuola ma anche alle problematiche delle famiglie in difficoltà. Per dieci anni il centrosinistra all’opposizione non è riuscito a invertire questa tendenza. Il Campo largo ci proverà, con Domenico Marzi. E’ uno dei temi più importanti della campagna elettorale.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright