L’orgoglio di Grosso: “Grande torneo, balleremo fino alla fine”

Il tecnico del Frosinone alla vigilia della sfida di lunedì a Terni ha tirato le prime somme della stagione senza ovviamente perdere di vista l’obiettivo ancora da raggiungere. “Mancano 4 gare, la prima è come se fosse l’ultima”

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Fabio Grosso gioca d’anticipo. Come spesso ha fatto nella sua carriera di campione del mondo. Come il suo Frosinone in questa stagione, bravo ad azzannare gli avversari ed arrivare primo su tanti palloni. L’intervista del giorno prima la partita arriva il giorno ancora prima (scusate il bisticcio di parole).

Non è la solita conferenza pre-partita ma il tecnico in alcuni passaggi abbraccia il “campo largo” (tanto caro alla politica di oggi). Inizia a tirare le prime somme del campionato anche se rimane sul pezzo perché l’obiettivo è ancora da raggiungere. “Mancano 4 gare, la prima è come se fosse l’ultima”, avverte Grosso.

La prima è la Ternana da affrontare lunedì in trasferta dove nel girone di ritorno il Frosinone ha raccolto poco (5 punti in 8 gare).

L’orgoglio di Grosso

Fabio Grosso

L’allenatore canarino non si nasconde dietro un dito e gonfia il petto. “Per me stiamo disputando un grandissimo campionato”, afferma convinto Grosso.

Una convinzione che al di là della classifica ancora tutta da scrivere è supportata da altri dati. “Se ci guardiamo dietro, scopriamo tante squadre di qualità importanti che non sono riuscite a fare quello che avrebbero voluto – spiega il tecnico – E se guardiamo avanti, ci si rende conto che le prime sei hanno costruito delle rose di primissimo ordine. Noi abbiamo fatto un mix, non dobbiamo mai dimenticarlo. Io l’ho detto spesso ai ragazzi, so quello che mi danno tutti i giorni”.

Ed ora serve la ciliegina sulla torta, ovvero l’ingresso nei playoff. “Ovviamente vogliamo continuare ad essere protagonisti perché quando sei in ballo è giusto ballare ed è anche bello – continua – Noi abbiamo tanta voglia di proseguire questo percorso, convinti di avere le caratteristiche e le qualità per continuare a dire la nostra”.

Avanti tutta senza calcoli

Un’azione di Canotto nella gara d’andata

Detto di un campionato positivo, Grosso vuole finire in bellezza. I playoff sono alla portata e poi chissà. Occorre comunque l’ultimo sforzo e la gara di Terni è importante in quanto gli umbri cercheranno di accorciare (ora sono -7) per provare l’aggancio in extremis alla zona-spareggi.

E poi il Frosinone deve provare a cambiare passo e pelle fuori casa. “Ci stiamo preparando per essere la squadra vista nell’ultima gara, sapendo che le partite diminuiscono e i punti diventano sempre più pesanti”, ha puntualizzato il trainer. Grosso non vuole fare calcoli. “Non li faccio in primo luogo perché non li so fare – ha sentenziato il tecnico canarino – E poi perché penso che non serva farli. E’ un campionato nel quale devi stare dentro le partite. Altrimenti non fai risultato. Noi, come le altre, lo abbiamo pagato sulla nostra pelle. Mancano 4 gare, la prima è come se fosse l’ultima. Proveremo a fare più punti possibili per cercare di realizzare qualcosa di veramente grande per me. Questo è un campionato difficile e noi lo abbiamo affrontato a modo nostro, con orgoglio”.

L’ostacolo-Ternana per blindare i playoff

Il pareggio della Ternanadi Pettinari (Foto © Mario Salati)

Non sarà una gita fuori porta tipica della Pasquetta. Al “Liberati” si preannuncia una partita durissima. E Fabio Grosso lo sa benissimo. Troverà una squadra motivata che a quota 47 non si sente in vacanza. Anzi sogna ancora.

“La Ternana è una formazione esattamente come tutte le altre di questo campionato: difficile da affrontare – aggiunge Grosso – Ha disputato un’ottima stagione, giocando buone partite ed ha alternato dei momenti positivi ad altri meno. Ma come abbiamo fatto un po’ tutti. Ed ha dei giocatori di grande qualità sia in mezzo al campo che davanti, con ragazzi esperti e di categoria in difesa. Sarà una partita molto difficile per noi, abbiamo lavorato in questa settimana per cercare di mettere dentro energie che ci serviranno per una partita così complicata”.

Grosso ritrova 4 titolarissimi

Francesco Zampano

A Terni ci sarà quasi sicuramente il rientro di Zampano, Garritano, Cicerelli e Novakovich (leggi qui Attenti a quei quattro: al Frosinone arrivano i “rinforzi”). Per Charpentier servirà ancora un po’ di tempo. Recuperi fondamentali per un finale di stagione da protagonisti.  

“Per Zampano pensavamo all’inizio che fosse una cosa più banale di quella che si è rivelata ma lui continuava ad avere fastidio ed allora abbiamo approfondito – spiega Grosso Si è rivelato in sostanza un problema più grande di quello che ipotizzavamo. Mi auguro di riaverlo a disposizione prestissimo, magari per uno spezzone di questa gara, così come Garritano e Cicerelli. Non diamo certezze ma stiamo cercando di provare ad averli con noi. Per quanto riguarda Charpentier ha bisogno di più tempo per recuperare, Novakovich invece è in gruppo. Abbiamo fuori Ricci per squalifica”.

Se non ci saranno contrattempi, le scelte saranno quasi obbligate. Confermata la formazione che ha battuto la Cremonese con l’unica novità rappresentata da Rohden al posto di Ricci e l’impiego di Boloca in regia.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright