Lsu stabilizzati e nuovo comandante dei Vigili: ecco la delibera di giunta

Floriana De Donatis pronta a riconsegnare la delega al Piano Industriale Surl. Per evitare di avere a che fare con la Farmacia in house. Pronta la delibera per il nuovo comandante dei Vigili ed il personale da assumere. Li aveva pretesi FdI per firmare il patto di fine consiliatura

Maurizio Patrizi
Maurizio Patrizi

Rem tene, verba sequentur

Un nuovo posto da Comandante della Polizia locale, la stabilizzazione degli Lsu in rapporto al fabbisogno, un posto da istruttore direttivo amministrativo Categoria D1. È quanto prevede la delibera approvata dalla Giunta De Donatis del Comune di Sora con proposta numero 368 del 20 dicembre. Ossia  il venerdì precedente la convocazione del Consiglio comunale per il passaggio alla gestione in house della Farmacia comunale. È la condizione politica posta da Fratelli d’Italia per firmare il contratto di fine mandato. (leggi qui I calci di Bruni negli stinchi di De Donatis: salta la firma del patto di fine mandato).

Floriana De Donatis con Gianluca Quadrini

Un dettaglio fondamentale, quello delle date, che pone l’accento su tante questioni politiche aperte. Alcune delle quali si sono poi concretizzate nella seduta in seconda convocazione di lunedì 23 dicembre, che ha visto l’assenza dei consiglieri di maggioranza Alessandro Mosticone e Floriana De Donatis. (leggi qui La Farmacia passa alla Ambiente ma da febbraio).

La delibera infatti non è stata votata dall’assessore al Commercio Daniele Tersigni, ufficialmente assente per impegni di lavoro precedentemente presi. Ma (strana coincidenza) espressione del gruppo consiliare “Reset” che fa capo ad Alessandro Mosticone. Cioè proprio colui che poi il 24 dicembre ha minacciato l’apertura della crisi politica in capo all’Amministrazione De Donatis dicendo “a gennaio ti mando a pascolare le pecore“, in replica alla vicepresidente del Consiglio Simona Castagna (Fratelli d’Italia) che dal balcone del palazzo comunale gli aveva detto che avrebbe chiesto la sua testa per aver fatto mancare i numeri proprio sulla farmacia il 23. (leggi qui Castagna dal balcone chiede la testa di Mosticone. Lui minaccia la crisi).

Inoltre, la delibera di Giunta non risulta ancora pubblicata sull’albo pretorio on line,

COSA PREVEDE LA PROPOSTA DI  DELIBERA
Roberto De Donatis, Lino Caschera, Massimiliano Bruni

Atto d’indirizzo al dirigente del settore competente (area amministrativa) per l’avvio, in via prioritaria, delle procedure di assunzione previste nella propria deliberazione numero 126 del 5 luglio 2019, esecutiva ai sensi di legge, avente ad oggetto “approvazione piano programmazione triennale del fabbisogno del fabbisogno del personale 2019-2021 – piano occupazionale”. 

In sostanza l’Esecutivo del sindaco Roberto De Donatis chiede all’ufficio competente di dare attuazione alle delibera di giunta approvata a inizi luglio. Gli chiede di individuare

  • Figure professionali che non incidono sul turn over, personale non dirigente: numero 1 unità categoria D1 profilo professionale istruttore amministrativo con regime orario tempo pieno. Motivo di esclusione dal turn over: esperimento procedura di mobilità.
  • Figure professionali che incidono sul turn over, personale non dirigente: stabilizzazione del personale Lsu nel rispetto di quanto previsto dal piano del fabbisogno.
  • Figure professionali che incidono sul turn over, personale dirigente: numero 1 unità dirigente, comandante Settore VII, area Polizia locale, con regime orario tempo pieno (tramite) scorrimento di graduatorie esistenti presso altri enti previo accordo con l’Amministrazione di appartenenza.

E sempre a proposito di date, l’inizio del mese di luglio 2019 corrisponde al periodo in cui, dopo la nomina dell’Amministratore unico di Ambiente Surl con voto del Consiglio comunale, il cui nome è stato espresso da Fratelli d’Italia, il dirigente del Partito Massimiliano Bruni aveva dichiarato pubblicamente che la priorità non stava nel rimpasto di Giunta bensì nel riassetto degli uffici e della macchina amministrativa.        

DA COSA SCATURISCE QUESTO ATTO AMMINISTRATIVO
Massimiliano Bruni

La delibera approvata il 20 dicembre dovrebbe spianare la strada alla firma del “Patto di fine mandato” preteso dal sindaco Roberto De Donatis dopo la costituzione ufficiale del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia. Operazione che da subito il primo cittadino ha detto di non avere gradito. (leggi qui De profundis per De Donatis: la piattaforma civica non c’è più).

Era stato proprio questo Partito, infatti, non solo a luglio ma anche a novembre, a porre la pregiudiziale: senza il riassetto della macchina amministrativa e del personale – così da avere gli strumenti per attuare il programma elettorale – non ci sarebbe stata alcuna firma. E per ciò il sindaco nelle ultime settimane si è adoperato per trovare la quadra. (leggi qui Il sindaco: “No firme, no rimpasto”. I gruppi: “No rimpasto, niente firme”).

Ma, e c’è un ma, non è chiaro cosa c’entri un nuovo comandante della Polizia locale con l’attuazione del programma elettorale. Sicuramente con questa mossa potrebbe configurarsi anche il rientro nel Corpo della Polizia locale di due unità attualmente dislocate altrove. Unità di cui c’è disperato bisogno perché la Polizia locale è sotto organico.

Dalle dichiarazioni ufficiali sembrava tuttavia ci fosse più interesse a migliorare la produttività dell’Ufficio tecnico che, a livello di personale, è praticamente decimato. Evidentemente si è preferito investire sulla sicurezza pubblica. 

PERCHE’ E’ STATA APPROVATA IL 20 DICEMBRE?
Il Consiglio Comunale di Sora del 24 dicembre

Probabilmente la proposta di delibera numero 368 fa parte di un percorso amministrativo concordato tra il sindaco e Fratelli d’Italia. E ben scandito. 

Un percorso che, tuttavia, potrebbe essere presto interrotto a causa delle evidenti prese di posizione dei due consiglieri di maggioranza Alessandro Mosticone e Floriana De Donatis. Entrambi si sono sempre detti contrari alla gestione diretta della farmacia comunale, accorpandola all’Ambiente Surl. Secondo loro, in questo modo è stata posta de facto sotto il controllo politico di Fratelli d’Italia.

FLORIANA PRONTA A RIDARE LA DELEGA

Il malumore politico di Floriana De Donatis si concretizzerà nei prossimi giorni con un atto amministrativo molto pesante. Restituirà al sindaco una delle deleghe che lui le ha assegnato. Ridarà quella al Piano Industriale di Ambiente Surl.

Cosa significa, dal punto di vista politico? È una chiara presa di distanza da alla società municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti e tra poco gestirà anche la Farmacia. Un modo per dire: io non voglio avere niente a che fare con questa operazione.