L’uomo di Maserati per guidare Stellantis Cassino plant

Il nuovo direttore dello stabilimento Stellantis di Cassino è Vito Cascione: l'ingegnere che ha guidato la trasformazione di Maserati a Modena. In Ciociaria c'era stato nel 2012: per un anno come capo della Finizione. La carriera in Fca. E ora le nuove sfide

Dalla culla della Maserati a Cassino per assistere alla crescita del progetto Grecale: l’ingegner Vito Cascione è il nuovo direttore dello stabilimento Stellantis Cassino Plant. Prende il posto dell’ingegnere Giuseppe Figliuolo che andrà a dirigere Mirafiori, dopo avere guidato la fase della riorganizzazione della produzione e la transizione verso le nuove motorizzazioni.

Cuore Maserati

Vito Cascione

Vito Cascione è il direttore dello stabilimento Maserati di Modena da un anno e tre mesi. Prima era stato a Torino per guidare il settore della Qualità negli approvvigionamenti: lo ha fatto per più di cinque anni, poi la fusione di Fca con Psa ha rivoluzionato gli organigrammi, l’ingegnere ha mantenuto l’incarico anche con Stellantis ma dopo poco lo hanno promosso alla guida di Modena.

Laureato al Politecnico di Bari, è ingegnere con specializzazione in automazione industriale e robotica. Per lui Cassino non è una novità: c’è già stato da gennaio a novembre del 2012 come Capo del reparto Finizione.

È un manager in ascesa. Cassino plant è uno degli stabilimenti strategici nella gerarchia Stellantis sul lato Fca. Una struttura chiamata a cambiare pelle ancora una volta: per anni è stato un’immensa officina nella quale assemblare automobili; con l’arrivo della produzione just in time ed i livelli di qualità certificati con il metodo del World Class Manifacturing Cassino è diventato anche un sito di eccellenza ma anche di sviluppo: coinvolgendo i lavoratori nel miglioramento del processo di produzione ha alzato in pochi anni gli standard. Non è un caso che proprio Cassino ad un certo punto sia stata individuata per la produzione dei modelli premium: quelli nei quali la qualità non consente deroghe perché la sfida è con i principali player mondiali ma soprattutto con una categoria di clienti molto esigente.

La sfida Grecale

Maserati Grecale

Con la produzione di Grecale il livello della sfida si è alzato ancora. Vito Cascione è il direttore che ha accompagnato lo storico stabilimento Maserati di Modena nella più radicale trasformazione dei tempi recenti. Sono state ridisegnate daccapo le linee di produzione ed è stato varato il nuovo polo di ricerca dal quale è nato il motore Nettuno.

Perché serve un Vito Cascione a Cassino? Perché produrre una Maserati non è come assemblare una comune automobile. Ora si tratta di assemblare un modello nel quale ci sono materiali diversi, leghe composite, si passa ad una via di mezzo tra la produzione in serie e quella artigianale. Grecale prevede una reale interazione tra maestranze e robot per un prodotto che rappresenta il definitivo punto d’evoluzione per uno stabilimento che alla sua nascita, nei primi anni Settanta, produceva le piccole e popolati Fiat 126.

La scelta di Cascione significa che è definitivamente un’altra cosa.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright