La magia del Natale che senti solo se sei a casa (di F. Dumano)

foto: copyright Archivio Piero Albery

È Natale in tutto il mondo. nello stesso momento. Ma non è lo stesso Natale. Perché solo quello trascorso nel posto che consideri 'casa' ha un sapore speciale e magico...

Fausta Dumano
Fausta Dumano

Scrittrice e insegnante detta "Insognata"

Ricordi in bianco e nero… Non so perché ma io ho sempre associato le feste di  Natale ad Arpino. Eppure, raramente passavo il periodo di  Natale ad Arpino… Il Natale, nelle famiglie miste come la mia, è sempre stato un viaggiare  verso l’altro mondo. Soltanto crescendo e con la mia mamma  ”scaraventata” sulla sedia a rotelle sono arrivati i Natali arpinati.

Ricordi in bianco e nero: la messa di Natale era un must a mezzanotte, ma gli auguri cominciavano alle 23. Una processione di brindisi nei bar dalla piazza a Segafredo, fino al bar di Domenico credo si chiamasse, il bar che per un periodo aveva pure la discoteca, l’unica discoteca di Arpino.

Si giocava a tombola al bar di Giulietta, al piano di sopra. Una  tombola un po’ clandestina, ma che tutti sapevano. Una tombola che aveva il fascino di quella poesia del dialetto che non ho mai imparato. Personaggi stravaganti  l’ animavano, qualche baro che gridava Tombola!, ricordando i numeri usciti. A volte venivano sgamati.

La mattina di  Natale si incontrava poca gente, ma alle 15 ricominciava la processione nei bar… Ricordi in bianco e nero: a Natale ad Arpino  sembrava non esistesse la solitudine o forse i miei ricordi sono ovattati. Il suono degli zampognari accompagnava il peregrinare di bar in bar.

Ogni anno cerco la magia di questo Natale ma lo smarrisco davanti alla chiesa di  Carrara, nei volti dei clochard  che sperano nella cioccolata calda. Lo smarrisco nel terremoto nella mia Sicilia proprio la notte di Natale.

Ricordi in bianco e nero. È il fascino dell’infanzia che lo rendeva magico… ecco perché quel cagnolino con il cappottino lo associo ai  Natali arpinati… A Termini anche l’albero ha perso il suo fascino, mentre corri a prendere il treno…