Marini “intigna”, Cristofari pure

Michele Marini non perde occasione per commenti al vetriolo (leggi qui). Norberto Venturi ha platealmente dimostrato il suo disagio politico (leggi qui). Ma Fabrizio Cristofari va avanti. Con il sostegno di Francesco De Angelis, Mauro Buschini, Francesco Scalia, Maria Spilabotte, Nazzareno Pilozzi, Domenico Alfieri, Simone Costanzo, Angelo Pizzutelli e tanti altri. Ha riunificato i big del Pd. Un record.

Il presidente dei medici ha più culo che anima. Lunedì se gli arriva Matteo Renzi in casa può dire di essere un uomo fortunato. Gli altri, prima di lui, il premier lo hanno visto in televisione. Poi ha altri tre colpi in canna: la presentazione di varie liste civiche con diversi medici in campo, l’accordo con Area Popolare di Alfredo Pallone e l’intesa con il Partito Socialista di Gianfranco Schietroma, se non dal primo turno sicuramente al ballottaggio.

Il punto interrogativo vero riguarda Michele Marini, che sta facendo di tutto per attirare l’attenzione del partito.

Ha detto a Buschini che se dovesse far perdere Cristofari, allora gli si spalancherebbero le porte di una eventuale candidatura alla Camera visto che il Pd premia chi fa perdere gli altri. Chiaro il riferimento a Cristofari e a quanto accaduto nel 2012. (leggi qui)

Ma a questo punto una candidatura a sindaco di Michele Marini verrebbe letta soltanto in un’ottica “contro”. E’ per questo motivo che Fabrizio Cristofari non alza il livello della polemica.
Complicato immaginare che Marini alla fine possa allearsi con Nicola Ottaviani.

Fabrizio Cristofari andrà avanti, convinto che al ballottaggio, ma forse fin dal primo turno, gli elettori di Marini, tra lui e Ottaviani, sceglieranno lui.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright