Mastrangeli in Usa: un seggio all’Onu per Ottaviani?

Nuova missione all'estero per l'assessore alla Finanze del Comune di Frosinone. In pochi giorni ha avuto relazioni con Turchia, Marocco, Montecarlo. E ora negli Usa. Cosa va a fare.

Un altro timbro sul passaporto di Riccardino. Questa sera l’assessore alle Finanze del Comune di Frosinone Riccardo Mastrangeli decolla da Fiumicino per atterrare domani al JFK di New York: resterà negli Usa per due settimane. In agenda ha il gala della Niaf – National Italian American Foundation al quale è atteso anche il presidente Donald Trump, un giro a Washington, una tappa a Philadelphia dal professor Antonio Giordano che è una delle massime autorità mondiali nella ricerca medica, una tappa al Rockfeller Center.

 

Si tratta solo dell’ultima tappa all’estero dell’assessore. Che non disdegna nemmeno le rappresentanze diplomatiche straniere in Italia: la settimana scorsa è stato ospite nell’ambasciata di Turchia a Roma per il 94mo anniversario della proclamazione della Repubblica

 

La settimana precedente era alla Camera dei Deputati tra i 300 invitati al Premio America della Fondazione Italia Usa, per la cerimonia di consegnato a Luca Cordero di Montezemolo, al maestro Giovanni Allevi, al direttore di Repubblica Mario Calabresi, all’ex segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen, allo chef Gualtiero Marchesi. In quell’occasione, Mastrangeli – per un intero mandato Deputato a Montecitorio – è stato immortalato due vuole accanto ad una strepitosa Juliette Rodriguez.

 

Aveva appena fatto in tempo a cambiare lo smoking in quanto era appena rientrati da Montecarlo dov’era stato accolto accolto con tutti gli onori in uno dei saloni più prestigiosi del Café de Paris, ospite dell’ambasciatore italiano Cristiano Gallo coniugato Ducceschi.

 

Il 31 luglio Riccardino ha timbrato il cartellino a Villa Miani per la Festa del Regno del Marocco, dove ha brindato con sua eccellenza Abouyoub Hassan, Ambasciatore del Re del Marocco presso la Repubblica Italiana.

 

Ora, le ipotesi sono due. la prima: il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani sta per annunciare l’istituzione del suo Assessorato agli Affari Esteri con relativa apertura di una rappresentanza diplomatica del Comune di Frosinone presso i Paesi accreditati. La seconda, molto più probabile: metabolizzata l’impossibilità di candidarsi alla guida della Regione Lazio, Nicola Ottaviani ha saputo che il fresco segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Gutierrez ha altre ambizioni. E allora ha mandato il fedelissimo Riccardino, coordinatore delle sue due campagne elettorali comunali, a preparare il terreno anche per quest’altra elezione.

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright