Mastrobuono dalla trincea: «Io non mi arrendo»

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

«Io non mi arrendo». Firmato: Isabella Mastrobuono. La ex manager della ASL di Frosinone non arretra nemmeno di un millimetro. La sentenza del Consiglio di Stato secondo la quale non c’è alcuna urgenza nel dover trattare il suo ricorso (leggi qui il precedente) non la scalfisce nemmeno un po’.

La nuova strada sulla quale muoverà battaglia è il parere del Consiglio di Stato Sul nuovo Albo nazionale.

Il documento è il numero 00436/2016 ed ha per oggetto la ‘Delega di cui all’art.11, comma 1, lettera p) della legge 7 agosto 2015 n° 124.

In pratica? Il provvedimento, composto di 9 articoli, nei primi due individua i criteri per la nomina, la conferma, la revoca dei direttori generali delle ASL.

Isabelita è sicura che quel documento le dia ragione. In pieno. E che il parere negativo dato dai sindaci della provincia di Frosinone, messo alla base della sua mancata conferma al timone della ASL ciociara, sia infondato.

Nei prossimi giorni ci sarà il prossimo passo.

Chi sperava che Isabelita si fosse rassegnata è avvisato.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright