Matteo Renzi innesca lo scontro tra Comune di Cassino e renziani

Foto © Imagoeconomica, Stefano Carofei

Le dichiarazioni dell'ex premier rilasciate oggi ad Avvenire sono il pretesto per accendre la miccia tra i renziani e l'amministrazione di Cassino. Grossi: "Ego offuscato che cerca i riflettori”. Russo: "L'unico con una visione del futuro”

Massimo Gentile
Massimo Gentile

Sao ko kelle terre...

Matteo Renzi scatena la lite a distanza tra l’amministrazione comunale di Cassino ed i consiglieri comunai renziani.

Non è un mistero, ormai, che i consiglieri Salvatore Fontana e Giuseppe Golini Petrarcone vogliono costituire il gruppo di Italia Viva in Consiglio Comunale. Lo faranno non appena sarà terminata l’emergenza saniaria legata al Covid-19.

E intanto, prorio nel bel mezzo dell’emergenza, il leader nazionale di Italia Viva dalle colonne di “Avvenire” dice: “Bisogna riaprire le fabbriche prima di Pasqua e le scuole il 4 maggio“. Poi rilancia nella sua newsletter e-news e in una diretta su Facebook. Confermando in sostanza le sue affermazioni: “Il vaccino arriverà tra un anno o chissà quando, se non ripartiamo ora moriremo di fame, non di Covid. Sono convinto che si debba lavorare in sicurezza, con la distanza sociale, con i guanti e le mascherine ma bisogna ripartire perché sennò l’Italia non riapre. Con il Covid purtroppo dovremo convivere per lungo tempo e dovremo costruire un mondo in cui c’è una nuova normalità“.

L’assessore Danilo Grossi

L’assessore alla cultura del comune di Cassino Danilo Grossi rilancia l’articolo sulla sua pagina Facebook. E commenta: “Cosa si fa per un titolo di giornale quando ormai nessuno più ti si fila? A costo di rientrare in qualche modo sulla scena, il tuo ego offuscato non ti fa capire che sei diventato imbarazzante, per non dire, pericoloso“.

Passano pochi minuti e si scatena il fuoco di fila dei renziani di Cassino. Il leopoldino della prima ora e segretario in pectore del circolo locale Armando Russo, non lascia cadere nel vuoto. E commenta “Danì che cosa avrebbe detto di così strano? Che bisogna iniziare ad immaginare di riaprire aziende e fabbriche varie? Che è impensabile mantenere tutto chiuso per tutta la durata dell’emergenza? È l’unico che ha una visuale per il futuro, non si può pensare solo al presente. Perché altrimenti ci si salverebbe dal Coronavirus ma si morirebbe di fame. Ma capisco che voi siete accecati da lui è pur di criticarlo e andargli contro siete disposti a tutto!“.

Armando Russo

Quindi arriva direttamente Salvatore Fontana: posta l’articolo integrale di “Avevnire” in merito all’intervento di Renzi e chiosa: “Prima di criticare a prescindere… leggete“.

All’ombra del covid-19, bloccati in casa, si accendono per via telematica le prime scintille tra l’amministrazione comunale ed i renziani. Destinate a diventare scontro appena l’emergenza coronavirus sarà finita.