E Michele spalanca la porta Alternativa a Riccardo

Quattro nuovi ingressi di peso in Alternativa Popolare. Il presidente Nardone traghetta Riccardo Roscia. Aderiscono Germani, Mariani, e non solo...

Al coordinatore provinciale di Noi con Salvini aveva chiesto di smentire Alessioporcu.it. Ma Fabio Forte si è ben guardato dal farlo. Ha fatto bene. Perché Riccardo Roscia, ex potentissimo sindaco messo fuori dall’aula consiliare di Pontecorvo dai suoi successori che l’hanno dichiarato decaduto, ora è approdato tra le braccia di Alternativa Popolare. (e noi l’avevamo detto, leggi qui) Ha partecipato ieri sera alla sua prima riunione dei vertici provinciali.

 

A tracciare la rotta di Roscia verso Ap è stato il neo presidente provinciale del Partito, Michele Nardone. Lo ha incontrato più volte nelle settimane scorse, gli è stato vicino nei giorni dell’assedio e della decadenza dal Consiglio. Gli ha indicato anche una prospettiva politica.

 

Riccardo Roscia è solo una delle new entry in Alternativa Popolare. Al tavolo riunito ieri sera c’era anche Gianfranco Germani che fino a poche settimane fa era una delle colonne storiche di Forza Italia. (leggi qui ‘Addio amaro Partito, Germani lascia Forza Italia’) Vicesindaco ad Arce è stato delegato del Collegio di Sora, cioè l’incarico dal quale Gianluca Quadrini iniziò a costruire la sua carriera politica.

 

Al tavolo anche Amedeo Mariani, ex assessore comunale di Ferentino, grande elettore di sindaci e presidenti (leggi qui ‘Amedeo, lo sherpa della politica ha ripreso lo zaino’). Nelle ultime settimane era diventato l’ombra di Alfredo Pallone ogni volta che il coordinatore regionale di Ap metteva piede in uno dei Comuni del circondario di Ferentino. Ma non aveva ancora partecipato ad una riunione dei dirigenti di Partito.

Con l’ingresso di Mariani nelle file di Pallone, si rafforza l’asse tra Ap ed il presidente della Provincia Antonio Pompeo. Sempre solidissimo: Pompeo ha difeso in ogni sede la posizione del suo vice (in quota Alternativa Popolare) Andrea Amata anche a costo di arrivare allo scontro diretto con la Direzione Provinciale del Pd, il suo Partito, che ne chiedeva la testa quando Ap appoggiò il centrodestra di Ottaviani alle Comunali di Frosinone. Amedeo Mariani alle Comunali di Ferentino sosterrà la rielezione di Pompeo, senza mettere piede né voto nell’area Pd, con la quale ha chiuso ogni relazione.

 

I radar segnalano una quarta new entry: uno degli uomini ex Progetto Anagni, vicinissimo all’imprenditore Domenico Beccidelli che ha ispirato la nascita di quello che è diventato il principale gruppo politico in seno al Consiglio Comunale di Anagni. Beccidelli nei giorni scorsi si è allontanato dalla sua creatura politica: ma non intende restare a guardare gli elicotteri che partono e atterrano dalle sue aziende. E venerdì annuncerà la sua posizione. Civica ed apartitica. Ma non è un mistero che tra i suoi fedelissimi (e lui per primo) ci siano persone che ascoltano molto i consigli sia di Alfredo Pallone che di Gianfranco Schietroma.

 

I lavori di ieri sera sono stati aperti dalla relazione politica del presidente Michele Nardone, seguita dall’intervento dell’ex sindaco di Sora Ernesto Tersigni.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright