il paGGellone di Milan-Frosinone 2-0

Paganini non molla mai, Ciano-Trotta esperimento fallito

Fabio Cortina
Fabio Cortina

Alto, biondo, robusto, sOgni particolari: molti

BARDI 5,5

Non può molto sul primo gol, mentre sul secondo forse si rende conto anche lui che poteva disporre meglio la barriera. Non sempre si mostra sicuro.

GOLDANIGA 6

È il più reattivo dei difensori, soprattutto considerando che da quelle parti Borini imperversa col supporto di Çalanoglu. Attento e preciso anche in uscita ed impostazione.

ARIAUDO 5,5

Gioca una buona partita e tiene a bada Piatek senza troppi patemi, in un solo caso gli scappa ed in quel caso il polacco segna. Peccato.

BRIGHENTI 6

Tutto sommato anche lui è molto positivo, Suso è un cliente complicato ma lui si difende bene. Sul gol del 2-0 è lui a commettere fallo, anche se forse il fischio dell’arbitro è fin troppo generoso.

ZAMPANO 6

È il più intraprendente degli esterni, ha le spalle coperte da Goldaniga ed un ottimo partner come Paganini in fase d’attacco, anche per questo è molto sicuro e sbaglia poco.

PAGANINI 6,5

È l’ultimo a mollare, è il primo a provarci, è quello che si guadagna il rigore: scusate ma non può esserci migliore in campo oltre lui. Se restasse in B potremmo dormire sonni tranquilli.

SAMMARCO 5,5

Esperto, puntuale e sempre al posto giusto. È forse troppo compassato però e quando gli capita il pallone buono lo spreca in malo modo. Nella ripresa cala insieme alla squadra.

MAIELLO 6

Da mezzala ha meno responsabilità, svaria di più e punta anche la porta. Mette sul piede di Valzania un ottimo pallone in chiusura di partita, se non ha spazi se li va a cercare.

BEGHETTO 5,5

La qualità è venuta meno in queste ultime partite, lui corre come al solito, ma sbaglia troppo. È più attento a difendere che a graffiare e questo da lui è un po’ inaspettato. (VALZANIA 6,5 – In dieci minuti riesce a creare tantissimo ed ha una enorme occasione che esalta Donnarumma: il ragazzo si farà)

CIANO 4,5

Non è il peggiore in campo, ma sbaglia il rigore che rianima il Milan e mette la pietra tombale sulla gara dei suoi. Da lui si aspettano tutti molto e forse a volte troppo. (CIOFANI sv)

TROTTA 5

Tanta volontà, gomiti alti e disponibilità alla lotta. In serie A però forse serve un qualcosina in più e con la maglia del Frosinone non ce lo ha ancora mostrato. (DIONISI 6 – Si muove molto e scambia bene con i compagni, sta tornando pian pianino in condizione)

BARONI 5,5

Decide di coprire le fasce ma non vuole rinunciare a Paganini così lo schiera in mezzo al campo. Fallisce l’esperimento Trotta-Ciano e forse cambia un po’ troppo tardi, visto che il Milan dopo il rigore inizia ad imperversare.