«Chi strilla contro la moschea di Frosinone non ha capito nulla. Ecco perché» (di G. Azzaro)

Giovanni Azzaro è il fondatore della rete associativa nazionale 'Noi con Francesco'. Ha collaborato con Madre Teresa e Karol Woijtyla. E sulla mosche a Frosinone ha un'opinione netta.

di Giovanni Paolo Azzaro *

già Consigliere Comunale di Roma Capitale

Fondatore della rete associativa Noi con Francesco

*

Il dialogo tra religioni è il presupposto essenziale per lo sviluppo delle civiltà umane. La strumentale guerra tra le fedi serve solo ai signori della guerra e all’industria delle armi ed allo sviluppo degli investimenti della finanza internazionale nella conquista dei mercati energetici (petrololio, gas, uranio ecc.).

La “scusa” è il contrasto al terrorismo islamico che invece prolifera e si sviluppa proprio con le guerrre!

Non c’è bisogno (o si?) di ricordare gli esempi di Siria, Iraq, Palestina, Yemen, Nigeria… con i relativi milioni di morti. O lo scandaloso caso Libico di questi giorni!

Ed allora chi strilla per il trasferimento di una moschea a Frosinone non ha capito nulla dell’Avvenimento Cristiano che si è affermato per millenni: sempre per Attrazione mai per Repulsione! Magari con dei martiri e mai con la spada!

Quando esso è stato strumentalizzato dal Potere è divenuto suo strumento ed ha perso la grande carica rivoluzionaria del suo messaggio.

Lontano mille miglia quindi da chi scambia la tradizione islamica con il becero e violento islamismo che esiste solo per creare il suo contrario… il così detto “suprematismo bianco”.

L’originalità dell’annuncio Cristiano a mio parere non c’entra niente con le crociate anti-Islam. È chiaro poi che il rischio “islamizzazione” dell’Occidente di cui parlava Sartori è maggiore quanto più debole e insapore è la testimonianza della bellezza della proposta cristiana in Occidente.

Ma questa è un’altra storia!

*

Giovanni Paolo Azzaro è stato Consigliere e Assessore Comunale di Roma Capitale, allievo di don Giussani, Augusto del Noce ed Aldo Moro, ha collaborato con Karol Wojtyla, Madre Teresa di Calcutta e Mario Picchi. Direttore esecutivo dei Piani d’Azione dell’Unione Europea per l’Energia Sostenibile. Fondatore della rete associativa nazionale Noi con Francesco.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright